Europa League, Inter vs Wolfsburg 1-2

Europa League, Inter vs Wolfsburg 1-2

I nerazzurri cadono in casa e salutano la competizione, i tedeschi passano ai quarti


L‘Inter perde per 2 a 1 in casa a abbandona l’Europa League dopo una presentazione vivace ma disattenta, passano i tedeschi del Wolfsburg

Inter fuori dall’Europa per mano del Wolfsburg

INTER (4-4-2): Carrizo; Campagnaro (22’ s.t. D’Ambrosio), Ranocchia, Juan Jesus, Santon; Hernanes, Medel, Guarin, Kovacic (10’ s.t. Kuzmanovic); Icardi, Palacio. A disposizione: Handanovic, Vidic, Obi, Puscas, Shaqiri. Allenatore: Roberto Mancini

WOLFSBURG (4-2-3-1): Benaglio; Trasch, Knoche, Klose, Rodriguez; Guilavogui, Luiz Gustavo; Vieirinha (40’ s.t Arnold), De Bruyne, Caligiuri (27’ s.t. Perisic); Dust (19’ s.t. Bendtner). A disposizione: Grun, Schafer, Jung, Schurrle. Allenatore: Dieter Hecking

MARCATORI: Caligiuri (W) 24’, Palacio (I) 72’, Bendtner (W) 89’

ARBITRO: Clattenburg (Ing)

AMMONITI: De Bruyne (W), Arnold (W), Medel (I)

Dopo il 3 a 1 dell’andata in Germania, la formazione di Roberto Mancini non riesce a ribaltare il difficile risultato per passare ai quarti e addirittura nel finale subisce il gol della sconfitta. Finisce così l’avventura europea dei nerazzurri, passa il Wolfsburg di Hecking. L’1 a 2 finale rende merito a una squadra, quella tedesca, capace di esprimersi a livello superiori rispetto alla squadra italiana, di rischiare di meno e soprattutto nella gara in terra tedesca di sfruttare le disattenzioni dell’avversario (Carrizo su tutti).

La serata interista era cominciata in salita già nel primo tempo quando il gol di De Caligiuri al 24′ aveva complicato tutto con l’undici di Milano costretto a realizzare quattro reti nel tempo restante per poter accedere al turno successivo. La risposta degli uomini del “Mancio” è nei piedi di Guarin e Palacio e nei colpi di testa di Icardi ma la mira e la poca incisività sotto rete non permettono ai padroni di casa di riaprire il match.
Nella ripresa uno spiraglio lo concede la rete del numero 8 nerazzurro al minuto 72′, troppo tardi. Nei venti minuti finale l’Internazionale non riesce a raddoppiare per poi giocarsi tutto all’ultimo respiro. Arriva addirittura la beffa firmata dall’ex attaccante juventino Bendtner che all’89’ realizza il gol vittoria per i tedeschi.

https://www.youtube.com/watch?v=3OJ-t7dxTeY&authuser=0





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto