Coppa America, Cavani rosso per un dito nel fondoschiena: la provocazione di Jara – VIDEO

Coppa America, Cavani rosso per un dito nel fondoschiena: la provocazione di Jara – VIDEO

Il gestaccio nei confronti di Cavani ha portato all’eliminazione dell’Uruguay nei quarti di Coppa America. Isla segna il gol vincente per il Cile


Di certo in campo non hanno dominato la correttezza e il fair play. Parliamo della partita di Coppa America Uruguay-Cile. I quarti di finale della competizione continentale più importante d’America se l’aggiudicano i cileni mettendo in atto un piano non certo dignitoso e quando tutto lasciava presagire che a passare il turno sarebbero stati Edinson Cavani e compagnia bella.

Vittima predestinata proprio l’ex attaccante del Napoli Edinson Cavani, espulso dopo essere stato provocato. Come potete vedere dal video che vi proponiamo nell’articolo, nella metà del secondo tempo:Gonzalo Jara mette un dito nel fondo schiena di Cavani che sfiora sul viso l’avversario. Immediatamente Jara si lascia cadere a terra richiamando l’attenzione dell’arbitro che ammonisce Cavani. Il secondo giallo per l’attaccante che viene dunque espulso tra gli abbracci dei compagni. Qualche minuto dopo Isla realizza l’1-0 per il Cile ed il passaggio in semifinale.

https://www.youtube.com/watch?v=oKR4hEnYhFA

Ovviamente fa molto discutere, al di là dell’eliminazione dell’Uruguay, il gestaccio che ha portato all’espulsione di Cavani. L’allenatore Oscar Tabarez ha detto:

“Quanto all’espulsione di Cavani, è possibile vedere tutto quel che è accaduto. Ci sono immagini in tv e foto, è tutto lì. Vedo che l’arbitro non ha visto, il guardalinee però doveva essere in grado di vedere dalla sua posizione”.

Tabarez è anche consapevole che difficilmente, senza Cavani, l’Uruguay avrebbe passato il turno e per tale ragione il rammarico è profondo:

 “Abbiamo avuto la partita sotto controllo, ma quando ci hanno lasciato con 10 uomini in campo, è diventato un po’ più difficile dal momento che le nostre opportunità di attaccare erano limitate”.

Simona Vitale





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto