Sanremo, ecco Maggio

Sanremo, ecco Maggio

Sanremo. E’ Antonio Maggio, pugliese, il vincitore della categoria “giovani”


Un sorriso da bravo ragazzo, una voce cristallina, un testo ironico, Antonio Maggio vince così. Con “Mi servirebbe sapere” il giovane cantautore pugliese ha battuto la concorrenza agguerrita di Renzo Rubino (premio della critica Mia Martini), Blastema e Ilaria Porceddu.
Premio Bardotti per il miglior testo a un altro giovane, Il Cile.

Antonio Maggio (ex membro degli Aram Quartet, vocal band vincitrice della prima edizione di “X Factor”) vive a Squinzano (Lecce). Dopo aver studiato musica per anni, si fa conoscere dal grande pubblico partecipando alla finalissima del “Festival di Castrocaro Terme – Voci e volti nuovi”. Nel 2007 avvia il progetto Aram Quartet, inedita vocal band che vince nella prima edizione di “X Factor”. Nel 2010, dopo lo scioglimento della band, Antonio decide di proseguire la sua carriera musicale da solista, pubblicando nel 2011 il suo primo singolo “Inconsolabile”. Nello stesso anno si presenta a Sanremo Social con il brano “Nonostante tutto”, che diventa uno dei favoriti dalla critica e che Antonio presenta nel corso dell’estate in tour in diversi club e festival.

E’appena uscito “Nonostante Tutto” (Universal Music Italia) suo album d’esordio. L’album, composto da dieci tracce dalle sonorità elettro-pop, contiene il brano sanremese e la title track “Nonostante tutto”, con cui nel 2011 Antonio Maggio (ex membro degli Aram Quartet, vocal band vincitrice della prima edizione di “X Factor”) si presentò a Sanremo Social.

«Questo disco rappresenta per me un vero banco di prova. – racconta Antonio  – Per la prima volta mi presento al pubblico in veste solista e di cantautore. In ciascuna traccia mi sono messo a nudo, dal punto di vista autorale e interpretativo, raccontando ciò che vivo e che vedo nella mia quotidianità. Quest’album è il biglietto da visita del mio universo musicale».

 

 

(g.m)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto