Sanremo 2014 – Perturbazione – L’unica [video e testo]

Ecco audio e testo della canzone passata in finale sul palco dell’Ariston della band rivolese


 

E’ stato presentato inedito martedì 18 febbraio assieme a “L’Italia vista dal bar” alla sessantaquattresima edizione del Festival di Sanremo (in onda su Rai 1 fino a sabato 22 e condotta dal presentatore ligure Fabio Fazio e dalla Lucianina nazionale) il nuovo singolo della band di Rivoli dal titolo “L’unica“.

I Perturbazione (composti da Cristiano Lo Mele – Chitarra e tastiere, Rossano Lo Mele – batteria, Alex Baracco – basso, Tommaso Cerasuolo – voce, Elena Diana – violoncello e Gigi Giancursi – chitarra) hanno presentato singoli estratti dal loro ultimo album, “Musica X“, pubblicato da Mescal e prodotto da Max Casacci dei Subsonica il 6 maggio 2013 il quale ha visto tra le altre la partecipazione del cantautore bolognse Luca Carboni ed Erika Mou nel brano “Ossexione“.

La band, fondata nel 1988 a Rivoli, in provincia di Torino, ha visto una produzione di pen sette album di inediti a partire da “Waiting to Happen” del 1998, che ha spianato loro la strada per arrivare al vero e proprio successo nel 2005 con il disco “Canzoni allo specchio” prodotto da Paolo Benvegnù, oltre a illustri collaborazioni nel panorama musicale italiano; per la band è la prima esperienza al Festival di Sanremo.

La band subito dopo l’esperienza sanremese tornerà in tour sui palchi di tutta italia per portare il loro “Musica X”, ad oggi sono state confermate le seguenti date:

21 marzo Torino, Hiroshima Mon Amour

10 aprile Bologna, Locomotiv Club

17 aprile Trento, Teatro Auditorium Santa Chiara

 

L’unica – Testo

 

Erika, tu eri l’unica

Ma soprattutto nelle ore di ginnastica

Per te solo al pensiero

Io mi sentivo un uomo

Per te io componevo inutili poesie

Angela, serata libera

Dentro al silenzio nella camera dei tuoi

Abbiam rifatto il letto

Ci ha visti solo il gatto

Con la paura dello scatto della serratura

Monica, confetti e musica

Un tatuaggio che ora anch’io so dove sta

La messa è già finita

Tu ti sei rivestita

E siamo gli ultimi invitati a andare via

Chi sono io

Cosa sarò

Che cosa sono stato

Tra quello che ho vissuto

E quello che ho immaginato

Ora di te cosa farò

È così complicato

Se muoio già dalla voglia

Di ricordarti a memoria

Se muoio già dalla voglia

Di ricordarti a memoria

Come stai

Arianna sono io

E tuo marito che da sempre è amico mio

 





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto