Robbie Williams, re del pop a San Siro

Robbie Williams, re del pop a San Siro

55.000 i fan che hanno riempito lo stadio per l’unica data italiana del cantante inglese


Robbie Williams non tradisce i suoi intenti: già con l’uscita del suo ultimo album “Take The Crown” aveva annunciato di volersi riprendere il trono del pop che da qualche anno a questa parte aveva abbandonato.

E il concerto di San Siro di ieri sera, 31 luglio, è stata la conferma che tutti i fan italiani aspettavano.
La famosa popstar inglese è riuscita a scatenare le 55.000 persone presenti allo show, a colpi di canzoni e battutine di cui Robbie non fa mai a meno.

Ad aprire l’unica data italiana del “Take The Crown Tour”, come anche tutte le altre tappe, Robbie Williams ha scelto il 29enne Olly Murs, che si è fatto conoscere grazie alla sesta edizione di X Factor UK.
Lo show vero e proprio inizia sulle note di “Hey Wow Yeah Yeah”, quando tra gli scoppi dei fuochi d’artificio Robbie compare sospeso sul palco, calandosi dal busto dorato che riproduce il suo volto.

Il cantante si dimostra come al solito un vero e proprio showman: si presenta in scena con un bel tight nero ricoperto di paillettes e muove lo stadio con “Let Me Entertain You”.
Tra i brani in scaletta, Robbie ha portato sul palco di San Siro quattro brani tratti dal suo ultimo album (“Candy”, “Not Like The Others”, “Gospel”, “Be A Boy”), e numerosi altri che hanno segnato il suo successo da solista dal 1995, anno in cui ha abbandonato i Take That, fino ad oggi.

Unico omaggio al gruppo che l’ha portato al successo, Robbie intona “Everything Changes”, a metà della quale ha preso con sé sul palco la giovane Chiara, che ha rischiato di svenire tra le sue braccia, nell’invidia di tutte le altre ragazze presenti tra il pubblico. La ragazza l’ha poi accompagnato in un letto rosso, dove insieme hanno intonato “Strong”.

Ottima l’interpretazione di “Kids”, in duetto con Olly Murs a sostituire la partner originale di Robbie, Kylie Minogue. Seguono “Come Undone”, una delle canzoni più amate dai suoi fan, almeno a sentire il coro cui ha partecipato l’intero stadio; e poi il medley acustico composto da “Millennium”, “Better Man” e “Sexed Up”.

Tanti gli omaggi a celebri stelle della musica internazionale, come Cab Calloway (“Minnie The Moocher”), Lou Reed (“Walk On The Wild Side”), i Beatles (“Yesterday”) e Frank Sinatra (“My Way”).

A terminare il concerto, Robbie concede un bis da paura, intonando “Feel”, “She’s The One” e “Angels”, tre grandissimi successi che lo hanno ri-confermato anche questa volta come il vero re del pop. (r.d.)

Robbie Williams – Come Undone – San Siro 2013





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto