Pirateria e concerti. Spotify lancia l’allarme

Pirateria e concerti. Spotify lancia l’allarme

Torrent gettonatissimi subito dopo un concerto, anche in Italia


La tendenza a scaricare illegalmente musica subito dopo la fine dei concerti dilaga anche in Italia. Un dato allarmante ha individuato ben 8 italiani su 10 connessi intenti a scaricare torrent pirata.

A conferma di questa statistica, uno studio commissionato dal servizio di streaming inventato dalla start up svedese, ha confermato che sono proprio i festival live la principale fonte di crescita del numero di download illegali.

La causa scatenante sarebbe l’immediata gratificazione dello spettatore che scopre una nuova band e cerca di procurarsene immediatamente i dischi non sulle piattaforme ufficiali ma in maniera vietata.

Tuttavia, come riporta il magazine RollingStone, è opportuno precisare che i dati di Spotify si sono concentrati unicamente sullo Stoppelhaene Festival, in Olanda, monitorato nell’edizione dello scorso anno.
Infatti, pur trattandosi di uno studio molto complesso, il controllo effettuato su un unico festival rischia di fornire dati poco obiettivi, come sempre succede in un qualunque studio scientifico che si basi su un numero di campioni troppo bassi.

Dopo lo Stoppelhaene Festival 2012, le ricerche di torrent di alcuni artisti, soprattutto Racoon e Gers Pardoel, sono aumentate notevolmente, ma lo studio di Spotify non ha chiarito in che modo siano aumentate anche le ricerche su YouTube, Dailymotions, iTunes e Amazon, piattaforme legittime che soddisfano ugualmente il bisogno di “gratificazione istantanea” post concerto.

Dall’analisi di Spotify, emerge una situazione preoccupante anche in Italia.
Mentre la maggior penetrazione del servizio sul mercato dello streaming musicale ha aiutato ad abbattere la pirateria, che infatti in Olanda è scesa, in Italia è ancora ai livelli olandesi per-Spotify.

Il servizio musicale offerto da Spotify aiuterebbe inoltre quegli artisti che ancora esitano a pubblicarvi i loro album, che corrono quindi il rischio di essere maggiormente colpiti dalla pirateria. Allo stesso modo coloro che al momento dell’uscita ufficiale sono presenti su tutte le piattaforme possibili, scoraggiano i download illegali, grazie alle numerose proposte rivolte al pubblico. (m.t.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto