Ottanta star e le canzoni di Bob Dylan per i 50 anni di Amnesty

Ottanta star e le canzoni di Bob Dylan per i 50 anni di Amnesty

“Chimes of Freedom“, ovvero 73 canzoni di Bob Dylan, 72 delle quali inedite, interpretate da una straordinaria parata di 80…


Chimes of Freedom“, ovvero 73 canzoni di Bob Dylan, 72 delle quali inedite, interpretate da una straordinaria parata di 80 star. Quattro cd per un’opera imponente che celebra i 50 anni di vita di Amnesty International (www.amnesty.it). Prodotto da Jeff Ayeroff e Julie Yannatta (che nel 2007 realizzarono la raccolta di brani dei Lennon  Instant Karma: The Amnesty International Campaign to Save Darfur,  brani eseguiti da artisti come  U2, Green Day e REM), “Chimes of Freedom” uscirà negli States il 24 gennaio e nel resto del mondo il 30, distribuito da Universal.

 

In campo per Amnesty artisti di primo piano che attraversano tutta la gamma generazionale e musicale. Dalla giovane pop star Miley Cyrus, 19 anni, alla leggenda della musica folk Pete Seeger che, a 92 anni, canta il commovente “Forever Young” con un coro di bambini.
Quasi ogni brano dell’album è stato rilasciato alla vendita per la prima volta tranne che per la canzone che dà il titolo all’album “Chimes of Freedom“, del 1964. “Questo album è una manifestazione potente di rispetto della comunità musicale per Amnesty International e per la brillantezza duratura del lavoro di Bob Dylan“, hanno detto i due produttori.

Nel 1962, Amnesty International nacque per liberare i prigionieri politici e dare vita ad un movimento mondiale per la giustizia, la libertà e la dignità umana, oggi l’organizzazione ha più di tre milioni di sostenitori in 150 paesi. Nel marzo dello stesso anno, uscì l’album di debutto di Bob Dylan dando il via a una carriera ineguagliabile “In oltre mezzo secolo, l’arte di Dylan ha esplorato ed espresso l’angoscia e la speranza della condizione umana moderna“, ha osservato lo storico Sean Wilentz nelle note di copertina.
Attraverso Chimes of Freedom, Amnesty International cerca di finanziare la sua lotta contro la censura e gli attacchi alla libertà di espressione coinvolgendo artisti, scrittori, musicisti, attivisti politici e blogger. In questa campagna, Amnesty si batte per la libertà di persone come il premio Nobel Liu Xiaobo in Cina, in carcere dal 2009 per aver scritto della corruzione ed aver criticato il sistema politico cinese.

 

Nota finale, anche un elenco parziale dei nomi presenti in “Chimes of Freedom” toglie il respiro: Adele, The Airborne Toxic Event, Joan Baez, Natasha Bedingfield, Jackson Browne, Cage the Elephant, Elvis Costello, Darren Criss, Miley Cyrus, Dave Matthews Band, K’NAAN, Ke$ha, Mark Knopfler, Diana Krall, Lenny Kravitz, Kris Kristofferson, Ziggy Marley, Maroon 5, Tom Morello, My Chemical Romance, Joe Perry, Queens Of The Stone Age, Raphael Saadiq, Seal & Jeff Beck, Silversun Pickups, Patti Smith, Sting, Sugarland , Pete Townshend, Lucinda Williams, Evan Rachel Wood.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto