Muse: fino a dicembre ancora in tour a proclamare “La seconda legge”

Muse: fino a dicembre ancora in tour a proclamare “La seconda legge”

Sperimentano e non si smentiscono, adattando una legge fisica alla moderna condizione sociale ed economica e una fresca sonorità elettronica al loro rock


Continua alla volta degli stadi americani il nuovo tour degli inglesi Muse, che presentano l’ultimo album “The 2nd Law” dalle sonorità tanto apprezzate e discusse allo stesso tempo.

L’album, sulla scia delle nuove tendenze musicali alternative (in primis la dubstep, che con le sue campionature metalliche ha contaminato negli ultimi mesi numerosi gruppi della scena alternativa mondiale, come i “Korn” o gli italiani “Aucan”) si presenta come un perfetto miscuglio tra i vecchi Muse più arrabbiati e adolescienziali, che si fanno riconoscere soprattutto nel brano di apertura “Supremacy“, e le nuove sonorità elettroniche, presenti a tratti in tutti i brani ma fortemente evidenti in “Follow me” e sfocianti nella penultima “The 2nd Law: Unsustainable“, degna del miglior Skrillex, la quale oltre a colpire per la sua originalità, segna un importante passo avanti per la musica elettronica (qui le evoluzioni della dubstep sono marcate dai geniali giri di chitarra del frontman Mattew Bellamy), da molti ancora sottovalutata e considerata di livello più basso rispetto alla musica tradizionale e strumentale.

Tutta questa coraggiosa sperimentazione musicale viene accompagnata dalla sempre più matura e melodica voce del cantante Bellamy, molto simile a quella del precedente album “The Resistance” (dalle sonorità vicine ai compatrioti Queen), e molto differente dalla più acuta, ruvida e deliziosamente pasticciata voce dei primi album “Showbiz e “Origin of Symmetry“, da molti preferita per la sua più sincera carica giovanile che ricorda il Grunge anni ’90 dei Nirvana e dei Soudgarden.

Muse Perform At The World War Z World Premiere

I testi, come stempre, sono per la maggior parte molto impegnati socialmente, soprattutto in canzoni come “Animals”, che condanna le fredde sovrastrutture mentali che incrostano la vita dell’uomo moderno il quale si dimentica, appunto, di essere un animale prima di tutto, e “The 2nd Law: Unsustainable“, che, accompagnata da una voce giornalistica (nel video appunto impersonata dalla presentatrice di un tg), spiega come la seconda legge della termodinamica, alla quale allude il titolo dell’album, chiarisca profeticamente anche determinate condizioni sociali ed economiche, affermando che “un’economia basata su una crescita infinita è… insostenibile”.

World War Z - World Premiere - Inside Arrivals

Il tour si svolgerà a settembre in Tennessee, Pennsylvania, Colombia, Brasile, Colorado, Utah, Nevada, a ottobre in Texas, Messico, Argentina e si sposterà infine a novembre e dicembre oltreoceano negli Emirati Arabi e in Australia e sarà, come usuale ormai nei live della band, coronata da grandiosi effetti visuali, luci, laser e immagini proiettate, eredità di storici gruppi del rock progressivo e sperimentale come ad esempio i Pink Floyd.

Muse – The 2nd Law: Unsustainable

https://www.youtube.com/watch?v=EF_xdvn52As





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto