Morandi festeggia 50 anni di trionfi

Morandi festeggia 50 anni di trionfi

Cinquant’anni di trionfi. Gianni Morandi li sta festeggiando in questi giorni. Il 15 aprile 1962 vinse il festival di Bellaria…


Cinquant’anni di trionfi. Gianni Morandi li sta festeggiando in questi giorni. Il 15 aprile 1962 vinse il festival di Bellaria e, subito, venne ingaggiato dalla casa discografica Rca Italiana di Roma nei cui studi mise piede per la prima volta il giorno dopo per incidere “Andavo a cento all’ora”, brano scritto da Tony Dori e Franco Migliacci che nell’occasione firmò con lo pseudonimo di Camucia. Questo twist gettonatissimo nel circuito dei juke box ben presto entrò nelle classifiche. E’ il racconto di un giovane che, pur di raggiungere al più presto la fidanzata, va appunto a cento all’ora, velocità che in quel tempo appariva quasi stratosferica.

La gavetta tra balere e sagre di paese, concorsi per voci nuove e feste dell’Unità per Morandi era finita. L’artista originario di Monghidoro in poco tempo divenne una delle colonne portanti della musica leggera italiana. Elencare tutti i suoi successi è impossibile: da “Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte” a “C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones” sino a “Uno su mille ce la fa” e “Si può dare di più” con cui, al fianco di Umberto Tozzi ed Enrico Ruggeri, vinse il festival di Sanremo 1987.

Sei le sue partecipazioni sul palcoscenico del teatro Ariston, così come quelle a Canzonissima (con tre vittorie) e quattro quelle al Cantagiro (con due affermazioni). Nel corso della sua carriera, ha realizzato 38 album e 560 canzoni di cui 59 arrangiate e dirette dal premio Oscar Ennio Morricone. In Italia ha tenuto 3418 concerti, senza contare il suo impegno come attore (all’attivo 18 film e sette sceneggiati televisivi) e di calciatore (340 presenze impreziosite da 54 gol) nella nazionale cantanti di cui è stato anche uno dei fondatori. (Marco Fornara)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto