Madonna, quanto è vecchio il nuovo album

Madonna, quanto è vecchio il nuovo album

Madonna, al dodicesimo album si attacca ai suoi stessi stereotipi per tentare di riconquistare le folle. E’ questa la sensazione…


Madonna, al dodicesimo album si attacca ai suoi stessi stereotipi per tentare di riconquistare le folle. E’ questa la sensazione che rimanda l’ascolto dei brani di MDNA, da oggi sul mercato. Un “ritorno ai fondamentali”, come si direbbe nel gergo del marketing, ovvero a quella musica tutta da ballare che l’ha portata nel gotha del pop, e più su, al titolo di regina.
Il nuovo-vecchio ciclo di Madonna comincia con il lasciare l’etichetta Warner, che ha contribuito alla sua fama e alla sua fortuna, dopo il mezzo flop commerciale del suo ultimo album in studio, Hard Candy. L’interprete di Like a Virgin ha deciso così di ricostruire la propria verginità con la sua prima release per Interscope Records. Etichetta guidata da Jimmy Iovine a cui si devono i recenti successi di Lady Gaga e Lana Del Rey. La sfida per Madonna, oramai ora 53enne, è enorme, e lo stesso titolo del disco è di per sé prova di un desiderio di tornare alle origini. E ai successi delle origini. Il diminutivo del suo nome, evoca infatti il DNA dunque l’identità di una star la cui onnipotenza è stata messa in discussione negli ultimi anni. Ma il titolo evoca anche la MDMA, ecstasy, in gergo. La provocazione della regina delle provocazioni è tutta qui? (evitiamo di citare il video di Girl Gone Wild, censurato da Youtube per i minori di 18 anni).

 

Nota per la sua tendenza a circondarsi di persone ben preparate, la signora Ciccone per il nuovo album ha fatto appello al dj francese di gran fama Martin Solveig e a William Orbit, architetto di uno dei suoi migliori album, Ray of Light.

Il risultato, tuttavia non la premia. I brani non sono belli, sono alquanto stupidi e non sono contemporanei. E’ come se Madonna avesse scelto di sacrificare la raffinatezza a favore di un suono spietatamente efficiente, che sembra mirare solo alla (ri)conquista dei mercati. Probabilmente la regina ha pensato che sarebbe stato sufficiente usare le armi delle sue più accanite concorrenti e buttarle giù. A 53 anni, avrebbe invece dovuto avere la saggezza di guadagnare quota.





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto