Madonna premiata come la donna più influente dell’anno: il toccante discorso dell’artista contro il sessismo

Madonna premiata come la donna più influente dell’anno: il toccante discorso dell’artista contro il sessismo

E’ stato assegnato a Madonna il premio Billboard Women in Music come la donna più influente del 2016. Uno degli innumerevoli riconoscimenti per…


E’ stato assegnato a Madonna il premio Billboard Women in Music come la donna più influente del 2016.

Uno degli innumerevoli riconoscimenti per l’artista femminile che con i suoi 345 milioni di dischi, si colloca dietro a nomi come i Beatles, Elvis Presley  Michael Jackson, nell’Olimpo della storia della musica.

Madonna, ritirando il premio, ha tenuto un discorso incredibilmente toccante, ripercorrendo i suoi 34 anni di carriera, nei quali, oltre i successi, ha raccontato quanto le sue battaglie siano state difficili, faticose, caratterizzate da accuse di ogni genere in un mondo prevalentemente maschile.

“Grazie per avermi riconosciuto il merito di continuare a portare avanti la mia carriera da ormai 34 anni, nonostante la palese misoginia e il bullismo che molto spesso mi sono trovata a dover affrontare. Quando ho cominciato sono stata subito definita un’icona gay e a quei tempi non era una cosa sicura. New York era spaventosa e nel mio primo anno lì sono stata violentata e aggredita, nei successivi ho perso tutti i miei amici per AIDS o per colpi di pistola.”

madonna

A un certo punto della mia vita mi sono sentita la persona più odiata del mondo. Per un po’ non mi hanno considerata perché ero sposata con Sean Penn, non ero più una minaccia. Anni dopo, divorziata e single, ho pubblicato l’album Erotica e il libro Sex: ogni cosa che leggevo su di me era una condanna. Mi chiamavano puttana e strega. Un titolo mi paragonava a Satana. Mi sono detta: “Aspetta un attimo, ma Prince non è in calze a rete, tacchi a spillo, rossetto e il sedere di fuori?”. La risposta era sì. Ma lui era un uomo. Quella è stata la prima volta che ho veramente capito che le donne non hanno la stessa libertà degli uomini“.

“Le donne sono state oppresse così a lungo che hanno iniziato a credere quello che gli uomini dicono di loro. Credono di dover sostenere un uomo per fare un buon lavoro. E ci sono degli ottimi uomini che vale la pena sostenere, ma non perché sono uomini, ma perché valgono. Come donne dobbiamo iniziare ad apprezzare il nostro valore e quello delle altre. Andiamo in cerca di donne forti delle quali diventare amiche, con le quali schierarci, dalle quali imparare, con le quali collaborare, dalle quali possiamo trarre ispirazione, da sostenere”.

“A chi ha reso la mia vita un inferno dicendomi che non potevo, che non sarei stata e che non dovevo, voglio dire che la vostra resistenza mi ha resa più forte, mi ha spronato e mi ha reso la combattente che sono oggi. Ha reso la donna che sono oggi. Quindi, grazie” Ha concluso la cantante, tra qualche lacrima.

 

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto