Lady Gaga torna a lavorare su Artpop

Lady Gaga torna a lavorare su Artpop

Dopo l’operazione sta meglio ed è pronta a tornare a lavoro per il prossimo album, in uscita nel 2013.


Infiammazione delle articolazioni.

Operazione delicata e riuscita.

Una sedia a rotelle veramente chic e creata su misura per la reginetta del pop da Ken Borochov. Una sedia a rotelle di oro 24 carati, chiamata dalla cantante Emma.

Tour annullato e lasciato in sospeso a data da destinarsi o probabilmente direttamente archiviato.

La notizia di oggi però è del tutto positiva e a darla è stato proprio il manager di Lady Gaga, la persona a lei più vicina, Vincente Herbert:

“Lady Gaga sta bene, in gran forma. Artpop sta per essere ultimato. Artpop sarà un album molto, molto fresco”.

Queste dichiarazioni dunque mandano completamente all’aria i soliti rumor che aleggiano intorno a Lady Gaga dal primo giorno in cui la sua carriera è decollata. Qualche tempo fa “una fonte vicina alla cantante” – fonte priva di identità e totalmente anonima – aveva riferito:

“Continua a dire agli amici che ha un terribile blocco creativo e non può fare nessun tipo di musica nuova in questo momento. E’ sotto una pressione enorme per fare soldi per [la sua etichetta discografica] e le manca disperatamente il suo fidanzato Taylor Kinney, che vive a Chicago. Sta perdendo la sua fiducia. E’ distrutta!”

Per capire dove si trova la verità è bene comunque non sottovalutare le parole del produttore Zedd che soltanto a gennaio aveva dichiarato:

“Il problema è che ovviamente io ho molto da fare e sono spesso in tour, ma Gaga è probabilmente molto più impegnata di me, quindi è difficile trovare il tempo per lavorare a qualcosa insieme. Abbiamo collaborato per oltre un anno. C’è ancora un sacco di lavoro che rimane, abbiamo assolutamente intenzione di impegnarci in questo progetto per il prossimo mese. Abbiamo avuto un sacco di tempo per andare avanti e tornare indietro con le idee e le decisioni, per scegliere i pezzi sui quali ci piacerebbe molto lavorare. Potrebbero essere cinque, potrebbero essere dieci, potrebbe essere qualsiasi cosa vogliamo.”

Noi vogliamo assolutamente fidarci e affidarci alla ultime dichiarazioni di Herbert e attendiamo con ansia il lancio di Artpop.

 

(b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto