La nuova stagione della Filarmonica della Scala: il concerto numero mille e il ritorno di Abbado

La nuova stagione della Filarmonica della Scala: il concerto numero mille e il ritorno di Abbado

“La nostra politica è quella di cercare un applauso fuori tempo: una persona che applaude fuori tempo è infatti un…


La nostra politica è quella di cercare un applauso fuori tempo: una persona che applaude fuori tempo è infatti un nuovo amico della musica classica. Sosteniamo più partecipazione e maggior pathos. La Filarmonica della Scala rappresenta perfettamente, per storia e passione, questa strategia”. Così  l’assessore alla Cultura del Comune di Milano, Massimiliano Finazzer Flory intervenendo ieri alla presentazione della stagione 2009/2010 della Filarmonica della Scala. Con la nuova stagione, che si aprirà  il prossimo 7 novembre, la Filarmonica supererà la soglia dei mille concerti, un traguardo simbolico cui si aggiungerà nel giugno 2010 il ritorno del fondatore, il maestro Claudio Abbado, per due concerti straordinari. Sono questi gli elementi caratterizzanti di una ventottesima stagione che vede la prestigiosa orchestra (che non gode di finanziamenti pubblici) confermare i capisaldi della sua tradizione, a cominciare da un rapporto privilegiato con i massimi direttori della scena internazionale.
Tre i maestri che dirigeranno per la prima volta la Filarmonica quest’anno, e si tratta di direttori di esperienza e prestigio consolidati: Antonio Pappano, Christian Eschenbach ed Esa-Pekka Salonen. Accanto a loro tornano Daniel Barenboim, Myung-Whun Chung, Daniele Gatti e Semyon Bychkov, e direttori “di famiglia” presenti in tutte le stagioni come il direttore del Maggio fiorentino Zubin Mehta e Dennis Russell Davis.
Portare la musica italiana nel mondo, e a Milano renderla fruibile per il maggior numero possibile di appassionati: questo l’obiettivo che nella prossima stagione si concretizzerà in una nuova tournée in Asia in occasione dell’Expo di Shanghai 2010 e in un ciclo di prove aperte a scopo benefico che offrirà ai milanesi nuove occasioni di ascoltare la loro orchestra alla Scala.
Proseguono infine le collaborazioni con RaiTrade e Radio3 per la trasmissione televisiva e radiofonica di parte dei concerti.
Il concerto di apertura, il 7 novembre, riunisce due protagonisti della scena musicale dei nostri anni: Antonio Pappano, direttore musicale del Covent Garden e dell’Orchestra di Santa Cecilia, e la ventenne cinese Yuja Wang, balzata all’attenzione internazionale con il suo cd d’esordio per Deutsche Grammophon e per la collaborazione con Claudio Abbado che l’ha voluta per l’inaugurazione del Festival di Lucerna. In programma l’ouverture da Ruslan e Ljudmila di Glinka, il Concerto per pianoforte n.3 di Prokof’ev e la Sinfonia n.2 di Rachmaninov.

Per consultare il cartellone: www.filarmonica.it





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto