International Opera Awards, sabato a Bologna

International Opera Awards, sabato a Bologna

Gli “oscar” della lirica sono stati creati per rilanciare il magico mondo dell’opera. Riconoscimenti ai grandi del passato e del presente


E’ fissata per sabato prossimo alle ore 20.30, al Teatro Comunale di Bologna la III edizione degli “International Opera Awards“, gli oscar della lirica.

E sono stati svelati i nomi degli 8 vincitori. L’ospite della serata sarà Giovanni Allevi.
Un appuntamento di grande spettacolo, condotta dal direttore di “Chi” e melomane ‐ come lui stesso ama definirsi – Alfonso Signorini, che presenterà al pubblico le performance degli artisti vincitori, e darà il benvenuto agli ospiti speciali che parteciperanno all’evento. Sono previsti segmenti di spettacolo di assoluto rilievo artistico che coinvolgeranno non solo esponenti della musica lirica, ma anche del teatro e della danza.

Sarà dunque un grande spettacolo in grado di esaltare la musica lirica attraverso i suoi principali protagonisti.

Davvero emozionanti saranno le arie dell’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna diretta da Elisabetta Maschio per la regia della Serata‐Evento di Giovanna Nocetti.
Ecco dunque gli otto vincitori che si aggiudicheranno il prestigioso riconoscimento ai protagonisti della lirica mondiale in quello che sarà l’evento più importante nell’ambito del programma di celebrazioni del 250esimo anniversario del Teatro Comunale di Bologna.

Tenore Soprano, Gregory Kunde Daniela Dessì; Mezzosoprano Basso, Elisabetta Fiorillo e Roberto Scandiuzzi; Baritono Orchestra, Bruno Praticò Teatro Comunale di Bologna; Costumista Corpo di Ballo, Brigitte Reiffenstuel Teatro dell’Opera di Roma.

Nel corso dello spettacolo verranno assegnati altri riconoscimenti.
Premio Speciale alla Memoria di Luciano Pavarotti, Premio Speciale Opera al Cinema a Franco Zeffirelli, Premio Speciale alla Carriera a Raina Kabaivanska, Premio Speciale per la New Generation al Tenore Stefano Tanzillo della Fondazione Luciano Pavarotti e al Mezzosoprano Chiara Amarù.

Ideato da Alfredo Troisi nel 1995, l’evento – che ha ottenuto l’adesione del Presidente della Repubblica e il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero degli Affari Esteri, della Regione Emilia‐Romagna, della Provincia di Bologna e del Comune di Bologna – nasce per valorizzare e per contribuire al rilancio della musica Lirica, alla diffusione dell’arte del Canto e dell’Opera che è innanzitutto disciplina di vita e di cultura, scuola di sacrificio e di impegno, di studio e dedizione costanti.

L’Opera, quale patrimonio culturale dell’umanità, unione di antico e moderno, passato e futuro, ha profonde radici nella storia italiana ed europea e insieme rinnova intatto il suo fascino, nell’offrirsi a nuove interpretazioni, alla curiosità dei giovani talenti, alle capacità registiche e scenografiche e soprattutto alle nuove voci.

locandina definitiva





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto