Il cantante dei Machine Head spara a zero sugli Avenged Sevenfold

Il cantante dei Machine Head spara a zero sugli Avenged Sevenfold

Robb Flynn accusa il gruppo californiano Avenged Sevenfold di plagio nel loro nuovo disco “Hail To The King”


E’ stato pubblicato ieri sera sulla pagina Facebook del gruppo statunitense Machine Head un post acido e urticante elaborato dal cantante della band.
Il comunicato tratta del nuovo album degli Avenged Sevenfold, il quale viene considerato da Robb un plagio sfacciato di svariati brani firmati da nomi storici della scena rock – heavy metal globale quali Metallica, Megadeth, AC/DC e Guns’n’Roses.

Il disco (pubblicato il 21 agosto 2013), il quale con lo stupore del cantante ha riscosso molto successo arrivando al primo posto nelle classifiche di molti paesi (in Italia si è classificato addirittura tra i primi dieci) viene ironicamente definito un “cover album” e si trova a misurarsi con una serie di ben dieci battute pungenti che Robb con un’ironia che sfiora la demenzialità elenca proseguendo la sua riflessione come: “10) Avenged Sevenfold – ora con ancora più contenuto di Metallica!” o “03) Le vendite del Black Album tornano alle stelle, quando i fan scoprono da dove viene l’ispirazione per tutto il disco” o ancora “01) Gli Avenged Sevenfold diramano un comunicato in cui smentiscono di star copiando i Metallica, e chiudono il comunicato annunciando che a breve collaboreranno con Lou Reed.”

Nella sua pungente riflessione il cantante dei Machine Head riesce persino a paragonare non solo le sonorità, ma persino le canzoni stesse dell’album ad altri brani già esistenti: accosta la canzone “Hail To The King” a “Thunderstruck” degli AC/DC, “Heretic” a “Symphony of Destruction” dei Megadeth, e “This Means War” a “Sad But True” dei Metallica, oltre ad aver notato la vicinanza tra “Doing Time” e il sound glam dei Guns’n’Roses.

Attualmente, al di la delle polemiche, gli Avenged Sevenfold stanno portando “Hail To The King” in un tour che attraversa l’America e l’Europa, dove si fermeranno in Italia il 23 novembre al Mediolanum Forum di Assago (MI); i Machine Head invece dopo il tour post “Unto The Locust” (loro ultimo album pubblicato nel 2011) non hanno programmato alcuna data nel 2013.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto