Grammy Awards, il requiem diretto da Muti miglior album dell’anno. Un premio anche a Cecilia Bartoli

Grammy Awards, il requiem diretto da Muti miglior album dell’anno. Un premio anche a Cecilia Bartoli

E’ il Requiem di Verdi, diretto da Riccardo Muti con la Chicago Symphony Orchestra il miglior album classico dell’anno, lo…


E’ il Requiem di Verdi, diretto da Riccardo Muti con la Chicago Symphony Orchestra il miglior album classico dell’anno, lo hanno sentenziato nell notte di Los Angeles i Grammy Awards, attribuendo anche al coro della Chicago, la statuina per la mifglior performance corale. Un Grammy è andato anche a Ceciclia Bartoli per la sua performance vocale (classica) in Sacrificium, registrazione dedicata alla musica dei castrati.

La 53ma edizione dei prestigiosi riconoscimenti assegnati dall’industria discografica stellestrisce vede due trionfatori su tutti: Lady Gaga per lei un Grammy per il miglior album pop, “The fame monster”, uno migliore performance vocale single, grazie a “Bad Romance” ed uno per il video della stessa canzone. E’ stato invece il gruppo Lady Antebellum, con “Need You Now” a vincere uno dei premi più prestigiosi, quello per la canzone dell’anno; un altro premio è stato assegnato loro per il migliore album country. A sorpresa Esperanza Spalding, 24enne cantante jazz, ha superato Justin Bieber come artista rivelazione. nessuna sorpresa per la stauina asssegnata ai Muse per “The Resistance”, miglior album rock.

Come sempre, lo spettacolo dei Grammy ha proposto diverse esibizioni live, sul palco tra gli altri Eminem, Rihanna, Katy Perry, Drake, Bieber. Da segnalare l’improbabile look di Lady Gaga, rivestita da un guscio d’uovo.

Per consultare l’elenco dei 109 vincitori, clicca qui.

Il maestro Riccardo Muti (photo Silvia Lelli)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto