Freddie Mercury. “Chi vorrebbe vivere in eterno?”

Freddie Mercury. “Chi vorrebbe vivere in eterno?”

“Devi morire senza preavviso, prima che tutti gli altri si accorgano che valevi veramente qualcosa, così ti assicuri l’immortalità”. Questa…


“Devi morire senza preavviso, prima che tutti gli altri si accorgano che valevi veramente qualcosa, così ti assicuri l’immortalità”. Questa frase dal contenuto forse criticabile, la disse Jimi Hendrix quasi 40 anni fa, ed anche lui fece suo il dettame, spegnendosi nel mistero di un’overdose il 18 settembre del 1970. Per quanto quel periodo fu decisamente disgraziato per la musica del tempo, morirono anche Janis Joplin, circa 3 settimane più tardi, il 4 ottobre, sempre per overdose, ma lei era anche alcolizzata pare e poi per ultimo Jim Morrison, che si spense il 3 di luglio dell’anno seguente, il 1971.mercury

Nacque così la leggenda della maledizione delle “J”, prima lettera del nome di tutti e tre questi protagonisti di un’estate, quella dell’amore, che stava già sparendo nella nebbia. Entrarono nel cuore e nelle cronache perchè furono i primi distrutti dai loro stessi eccessi, da quel loro continuo mediare tra genio e sregolatezza che li ha consumati. Poi vennero Bon Scott, leader degli AC/DC e John Bonham, batterista dei Led Zeppelin nel 1980, primi nella classifica dei deceduti per alcolismo.

Di dieci anni in dieci anni, come un macabro rituale, cambia la causa, ma si scopre che non si smette mai di morire nel rock per i motivi più stupefacenti. A svegliare tutti dal problema del momento, ovvero l’AIDS, è stato nel 1991, il 24 novembre per la precisione, Farrokh Bulsara, al secolo, la voce più bella del secolo scorso, Freddie Mercury. La Regina Nera, come spesso lo chiamavano, non era solo omosessuale, ogni tanto le cronache raccontano che, specie in gioventù, non si tirava indietro se gli capitava a tiro una donna consenziente. Però, per un fatto o per un altro, questo suo eccesso di, chiamiamolo amore, l’ha ucciso.





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto