Festival di Sanremo 2014 – Bianca – Saprai [testo]

Festival di Sanremo 2014 – Bianca – Saprai [testo]

Ecco il testo del brano che la cantante piemontese presenterà all’Ariston tra le nuove proposte


Il singolo “Saprai” è il brano con cui la giovanissima (20 anni) cantante torinese Bianca, al secolo Emma Fuggetta, si presenterà alla sessantaquattresima edizione del Festival di Sanremo condotta quest’anno come l’anno scorso dal presentatore ligure Fabio Fazio e l’irriverente comica torinese Luciana Littizzetto.

La giovane cantante, che gareggerà sul palco dell’Ariston tra le nuove proposte assieme ai colleghi Zibba, Vadim, The Niro, Veronica de Simone, Rocco Hunt, Diodato e Filippo Graziani, non è nuova nel panorama musicale italiano, ha visto infatti proprio l’anno scorso la vittoria assieme al collega Vadim Valenti al talent show Area Sanremo, svoltosi proprio sul palco dell’Ariston, esperienza che, a detta sua, l’ha segnata profondamente sia a livello umano che artistico.

Banca ha iniziato la sua formazione studiando canto jazz dall’età di quattordici anni, punto di partenza che le ha permesso di capire quale fosse il suo genere musicale prediletto, ovvero il soul, in cui “Saprai” è evidentemente intinta; il brano è molto malinconico e la vede confrontarsi unicamente con il pianoforte mentre racconta, con la scusa di una tristezza improvvisa durante una festa tra amici, lo specchio della sua personalità, che ha dichiarato essere solare all’apparenza tendente al tenebroso nella realtà.

 

Per vedere il video del brano e saperne di più CLICCA QUI

 

Bianca – Saprai – Testo

Sto

Benissimo

Al riparo nel mio bagno rosso pallido

E’ ridicolo

Io che piango mentre fuori tutti ridono

Si sta come foglie sui rami a novembre

La vita che scorre distratta accanto a me

Ti vorrei spiegare

Ma troppe parole

E nulla da dire

Se non sorridere

Saprai, saprai, saprai

Che il sole di quando ci sei

Ascolta i silenzi che ho e poi

Saprai Saprai

Sto benissimo

Sto soltanto un po’ morendo per un attimo

E non mi limito

Sono brava ad annegare nel mio oceano

Le frasi spezzate rimangono appese

Tra il buio e la luce impercettibile

Saprai, saprai, saprai

Che il sole di quando ci sei

Ascolta i silenzi che ho e poi

Saprai Saprai

Ascolta i silenzio che ho

E poi

Saprai Saprai Saprai

Saprai Saprai…





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto