E’ arrivato il gran giorno di Rigoletto

E’ arrivato il gran giorno di Rigoletto

E’ arrivato il gran giorno: Rigoletto di Giuseppe Verdi, ideato e prodotto per la televisione italiana e che sarà trasmessa…


E’ arrivato il gran giorno: Rigoletto di Giuseppe Verdi, ideato e prodotto per la televisione italiana e che sarà trasmessa in mondovisione, da Andrea Andermann per la regia di Marco Bellocchio e la cinematografia di Vittorio Storaro andrà in onda questa sera in diretta da Mantova su Raiuno alle 20.30.

Placido Domingo tra i cronisti

Rigoletto e’ interpretato da Placido Domingo, il grande tenore che si è presentato alla stampa all’ultimo, perché “dopo prove estenuanti ho avuto bisogno di riposare la voce”. E’ arrivato in abito bianco il tenore, con la sua eleganza e il fascino che lo contraddistinguono, lo abbiamo incontrato a Palazzo Ducale, uno dei luoghi in cui l’opera si sviluppa (oltre a Palazzo Te e la Rocca di Sparafucile). “C’è il rischio che io possa emozionarmi al punto di piangere questa sera, dovrò trattenermi anche se una lacrima non guasta, anzi” continua Domingo che poi afferma “essere qui nei luoghi veri del Rigoletto e’ incredibile, abbiamo provato e riprovato, fino allo sfinimento e la qualità degli artisti e’ altissima. Noi ci crediamo, ci crediamo molto in questa operazione che prima di tutto è un’operazione culturale”. Non ha accettato subito la proposta quando Andermann gliela fece ma oggi e’ felicissimo di avere detto si e non vede l’ora della diretta. Lui abituato ai teatri, alle più grandi ed esigenti platee del mondo e perciò alla reazione diretta del pubblico in sala qui non avrà un vero riscontro diretto, ma gli piace sottolineare come “il fatto che nel mondo almeno 1miliardo di persone lo guarderanno (148 sono i Paesi che saranno collegati) non rende meno intrigante la cosa, tuttaltro”. Marco Bellocchio, il regista insieme ad Andermann, padre di tutta questa operazione, hanno fortemente voluto Domingo anche per la sua capacita’ attoriale, visto che l’opera sarà un vero film televisivo.

Marco Bellocchio

L’Orchestra sinfonica della Rai e il Maestro Zubin Mehta saranno l’anima verdiana, il cui cast musicale si compone di altre eccellenze interpretative: Julia Novikova (Gilda) Ruggero Raimondi (Sparafucile) e soprattutto Vittorio Grigolo (Duca di Mantova) di cui Domingo ha detto che noi italiani dobbiamo essere fieri. L’opera in televisione seguirà la scansione temporale del libretto verdiano: gli appuntamenti sono quindi questa sera alle 20.30  domani alle 14 e alle 23.30 sempre su Raiuno.

Una grande anticipazione e’ che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano aprirà la serata con un messaggio: è evidente che un evento di tale portata e’ servizio pubblico all’ennesima potenza, qualcosa di molto dispendioso, e’ innegabile, ma di irrinunciabile per un’Azienda che non vuole scordare il suo essere industria culturale del Paese. Per una volta non fermiamoci, tutti, soltanto ai dati d’ascolto.

Erika Brenna





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto