E’ uscito il nuovo album di J-Ax: la “Deca dance” di un rapper divenuto adulto

E’ uscito il nuovo album di J-Ax: la “Deca dance” di un rapper divenuto adulto

[J-Ax][1] prosegue deciso il discorso già iniziato con “Rap n’roll”, disco pubblicato nel passato recente che ha già raggiunto il…


[J-Ax][1] prosegue deciso il discorso già iniziato con “Rap n’roll”, disco pubblicato nel passato recente che ha già raggiunto il traguardo delle sessantamila copie vendute: il nuovo album d’inediti “[Deca Dance][2]”, presente nei negozi e negli store digitali s’intitola con un gioco di parole che rimanda alla prima decade del nuovo Millennio, come alla sua decadenza generale, ma stabilisce anche il “deca” (dieci euro) come unità di misura di se stesso (tanto costano i dieci brani su supporto fisico) e del prezzo della vita in generale.cover-album-deca-dance

Meno J-Ax e maggiore presenza dell’altro: questa, in sintesi, l’ulteriore tappa evolutiva segnata da quest’album nella carriera solista del [rapper][3], che ammette di aver messo la sua creatività al servizio del passato nella convinzione di poter “rappresentare buona parte dei trentenni, in questo senso, e di poter dire cose che magari in molti si vergognavano di dire, a quei tempi. Siamo cresciuti con i dischi dei [Doors][4], ma anche con il disco di Natale di [Heather Parisi][5], perché negarlo? E da parte mia, in questo disco voglio rendere omaggio alla [house music][6] [anni ’90][7], che a quei tempi snobbavo per una sorta di “purismo” [hip hop][8], e che a dieci anni di distanza ho rivalutato completamente”.
Non solo sul versante musicale, J-Ax si guarda indietro e comprende di non aver mai parlato davvero di alcuni aspetti della vita. Decide quindi di misurare la propria stessa riuscita, sfatando innanzitutto il mito del successo. In “Anni amari”, uno dei quattro brani concepiti con ospiti d’eccezione (qui, [Pino Daniele][9]), la disillusione dell’artista si esprime con una crudità di grande impatto: “Il concerto è stato uguale a me stesso / Tutto esaurito / Sembra impossibile il mondo gira sul mio dito”. Non che J-Ax non si renda conto della propria fortuna, perché per quanto faticosa “questa vita è facile a confronto a quella di papà / E meno male perché quel coraggio non l’avrei / Dopo due anni andrei al lavoro col cannone e sparerei”.
Il rapper, in sostanza, ci tiene a prendere le distanze dal facile stereotipo del cantante oltranzista, del tutto alieno dalla quotidianità: se da una parte dichiara che non farà mai come [Kurt Cobain][10] (“Non mi uccide la musica prima uccido io lei”), dall’altra ammette candido che è il suo commercialista ad aver intrapreso la carriera migliore (“Diciamo che è la stessa giungla io le puma lui la Jaguar / Il pubblico da casa non vede chi è la vera star / Io frequento Bar Zanza / Lui va in vacanza a Zanzibar”). Intanto, però, i fan aspettano J-Ax, non il suo contabile, nei maggiori store italiani per il tour promozionale…(Caterina Porcellini)

[1]:http://www.starlettime.com/stelle-della-musica/j-ax-dice-basta-alla-droga-e-attacca-madonna-e-zucchero/

[2]:http://blobmusica.myblog.it/archive/2009/05/24/j-ax-deca-dance-video-e-testo.html

[3]:http://www.emusicblog.it/2009/05/15/eminem-ritorna-con-relapse-nuovo-cd-per-lui/

[4]:http://insolitenote.blogspot.com/2009/05/poesia-e-musica-doors.html

[5]:http://miticulttrash.blogspot.com/2009/05/heather-parisi-debutta-alla-regia.html

[6]:http://pilloleelettroniche.blogspot.com/2009/06/strictly-rhythm.html

[7]:http://www.nazioneindiana.com/2009/03/04/l%e2%80%99epica-popular-gli-anni-novanta-la-parresia/

[8]:http://whitesocks.wordpress.com/2009/06/04/hip-hop-news/

[9]:http://www.lsdmagazine.com/baglioni-de-gregori-e-pino-daniele-la-grande-musica-italiana-si-da-appuntamento-a-noci/

[10]:http://nonsolometalshow.blogspot.com/2008/12/speciale-grunge-6parte-temple-of-dog-e.html





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto