David Bowie. The Next Day, il video delle polemiche

David Bowie. The Next Day, il video delle polemiche

C’è bisogno di sguazzare nella melma per farsi notare? David Bowie evidentamente pensa di sì


Credevamo che la prerogativa di sentirsi Dio fosse appannaggio di un ben noto ex premier d’Italia, ci sbagliavamo, David Bowie non vuole essergli da meno. E nelle vesti del Messia, il duca bianco appare nel video di The Next Day, il terzo singolo del suo ultimo album. Ideato e scritto da Bowie con la collaborazione di Fiora Sigismondi,  il video ha avuto vita breve su YouTube dov’è stato rimosso dopo qualche ora per violazione dei termini di utilizzo, in compenso si può ancora trovare su Vevo. Una vera e propria festa di sangue e d’iconografia sacra quella ideata dal cantante che ha costruito la sua ambientazione in un bar malfamato frequentato da flagellanti, suore, preti e da un lascivo cardinale, interpretato da Gary Oldman, alle prese con una prostituta interpretata nientemeno che dall’attrice premio Oscar Marion Cotillard. Alla fine del video Bowie li ringrazia, prima di scomparire in un alone di santità.  Il Duca è appannato, non c’è dubbio, a 66 anni la provocazione non gli si addice più se deve ricorrere al consunto stilema religioso per rafforzare il suo messaggio. L’hanno fatto altri prima di lui, meglio e in maniera più incisiva perché più intelligente. Quando le idee mancano si fa miglior figura a ricorrere al minimalismo, si salva il buon gusto ma si rischia di passare inosservati e questo, probabilmente, Bowie non potrebbe sopportarlo.

 

 

(a.d)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto