Boy George, come rifarsi una vita

Boy George, come rifarsi una vita

A pochi giorni dalla sua uscita, in Inghilterra sembra essere già un successo Amazing Grace, il singolo col quale Boy…


A pochi giorni dalla sua uscita, in Inghilterra sembra essere già un successo Amazing Grace, il singolo col quale Boy George torna sulle scene musicali dopo dieci anni di silenzio. Un tour, che prenderà il via il 9 aprile dal Leicester Square Theatre, servirà a promuovere il brano, che sarà incluso in un album che dovrebbe essere pronto per la fine dell’anno.

All’icona degli anni ’80, fondatore e anima dei Culture club, negli ultimi tempi era associata la cronaca più triste: problemi con la giustizia, droghe e tutto il corollario – già scritto – che s’accompagna alla decadenza di chi ha sempre vissuto sopra le righe. “Sono un artista non un criminale” ha dichiarato qualche giorno fa Boy George (il cui vero nome è George O’Dowd) al quotidiano popolare The Sun, specificando che in tali frangenti aveva sì perso interesse per la sua carriera ma aveva comunque continuato a scrivere musica ed a registrare.
Snocciolando sorprese col contagocce, tanto per non perdere il vizio di far parlare di sé, nello stesso giorno la star di 30 anni fa dichiara alla BBC che per il 2011 potrebbe essere fattibile una “reunion” dei Culture Club, sciolti nel 1986 ed occasionalemnte tornati assieme in occasioni speciali, come nel 2002, quando tennero l’ultimo concerto alla Royal Albert di Londra per il loro ventennale. La reunion questa volta segnerebbe il trentesimo anniversario della band ed il rischio del patetico è sempre dietro l’angolo. Boy George oggi ha 48 anni, occhi sempre truccati su un corpo appesantito. Guai a voler ritrovare il ragazzo di Karma Kameleon e Do you really want to hurt me?, quello che nonostante una dichiarata omossessualità faceva impazzire le milioni di fan.

Resta grande la sua capacità di far parlare di sé, e se gli argomenti non sono sempre edificati, poco importa come quando, nelle settimane scorse, il Mirror ha riportato che il suo sogno nel cassetto sarebbe quello di duettare con Lady Gaga e che la trasgressiva regina del pop – sua grande fan -.
Gli avrebbe chiesto “con tanto candore” un autografo sulla vagina. “Alla fine le ho autografato il suo eccentrico cappellino”, ha precisato.

Correndo sul filo del rasoio, da un lato il riscatto, dall’altro l’inferno, Boy George sembra disperatamente cercare una nuova dimensione, aiutato in questo anche dai media. E proprio sul tentativo di ricostruire la sua carriera musicale si “gioca” il reality show in sei puntate che sta girando per la rete VH1 (andrà in onda a settembre). Seguito dalle telecamere, lo hanno ripreso al Merah club di Londra mentre presentava Amazing Grace di fronte a fan e a tanti amici.

https://www.youtube.com/watch?v=cgLXATcDEjw





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto