Aspettando il nuovo album di Vasco Rossi

Aspettando il nuovo album di Vasco Rossi

Il titolo è ancora vaporoso come il fumo della Lucky Strike del suo autore, di quelle che “ti rendi conto,…


Il titolo è ancora vaporoso come il fumo della Lucky Strike del suo autore, di quelle che “ti rendi conto, di quanto le maledirai”. Forse però, pochi fan di Vasco Rossi, il “Blasco” nazionale, vorranno perdere l’occasione di gettarsi tra le braccia del nuovo album del “rocker di Zocca”. Pochi i punti fermi sulla partita, l’autore: già detto, Vasco Rossi. Nazionalità: italiana, regione del rock, provincia dei divi della musica. Titolo: non ancora pervenuto, se lo terranno segreto fino alla fine. Fine, cioè, uscita? Il 29 marzo. Vasco non tradisce dunque le aspettative che garantiscono praticamente un’uscita l’anno di un album di inediti o al più, una raccolta live.

Del nuovo prodotto, si sa che ci saranno incise 12 tracce, alcune già rese note nel nuovo avamposto della promozione telematica a 720 gradi (due giri quanto meno, sono ormai doverosi, la tecnologia avanza) degli ultimi anni: Facebook. Sono: “L’Aquilone” ed “Il manifesto fu – turista della nuova umanità”. Canzoni, in particolare l’ultima citata, che richiamano alla libera interpretazione della vita, senza badare a preconcetti, convinzioni fasulle e false ideologie. Il “Blasco”, è reduce da un tour di 48 date in Europa, (qui la faccenda si fa ghiotta ghiotta) e pare che presto, ma le date verranno comunicate solo tra qualche tempo, probabilmente unitamente al nome del nuovo disco, altrimenti che nome si dà al tour? “N. N. tour 2011”? No, si aspetta. Quindi, certo, è ufficiale, se qualcuno in fibrillazione non ha ancora collegato tutte le sinapsi, diciamo: affermativo, nel 2011 Vasco esce con un album e ricomincia a viaggiare per l’Italia negli stadi per il suo nuovo tour, che potrebbe anche toccare una delle serate dell’Heineken Jammin Festival tra il 9 e l’11 giugno prossimi. Le notizie sono finite.

Per far passare l’attesa del 29 marzo prossimo, ecco due parti di testi delle canzoni citate, così potete studiare ed essere promossi all’interrogazione “dal vivo”. “Il manifesto fu – turista della nuova umanità”:  Sarà difficile non fare degli errori senza l’aiuto di potenze superiori… ho fatto un patto sai, con le mie emozioni, le lascio vivere e loro non mi fanno fuori. In ultimo, “L’aquilone”: Non amo questo mondo che si muove E che ogni giorno sembra anche migliore, non amo tutta questa frenesia di cambiare, lo sai che si potrebbe stare per dei mesi appesi ad un aquilone guardando il cielo che si muove ed il sole che muore. (Davide Rabaioli)





COMMENTI

    Lascia una risposta


    Vedi tutto