Vivienne Westwood rivoluziona la Milano Moda Uomo

Vivienne Westwood rivoluziona la Milano Moda Uomo

La stilista inglese punta di nuovo sull’anticonformismo, fra uomini liberi di mostrare il proprio corpo e tocchi di sartorialità Made in England


Vivienne Westwood ha voluto puntare di nuovo sull’effetto sorpresa per il pubblico presente alla sfilata svoltasi domenica 21 giugno durante la Milano Moda Uomo.

La stilista inglese ha sempre voluto dare risalto alla sua vena anticonformista tradotta in accostamenti talvolta stridenti, forme irregolari nonché volontà di lasciare libero il corpo di mostrarsi in tutta la sua fisicità. Questa volta è stato l’uomo a rendersi disponibile per rappresentare al meglio la filosofia di Vivienne Westwood per la collezione primavera – estate 2016, d’impatto sorprendente dati alcuni dettagli che forse nessuno si sarebbe mai immaginato di veder proposti.

Vivienne Westwood ha voluto innanzitutto giocare sui contrasti fra abiti dal taglio lungo che avvolgono dolcemente il corpo maschile e spezzati che lasciano liberi addominali e gambe in attesa della prossima estate: ad un capo dal taglio sartoriale si accosta l’uomo in slip e giacca aperta o maglietta a metà dorso; la stilista ha lasciato spazio anche alla mezza via fra bermuda oversize accostati a t-shirt e canotte.

Nella collezione primavera – estate 2016 vi saranno anche rimandi agli anni ’80 grazie ai pantaloni con le pinces, camicie ampie e i revers delle giacche, così come ai temi etnici, completi a stampe o più puliti per un total look elegante e raffinato. Accanto al nero e bianco non mancheranno colori più tenui come il beige, il cipria e carta da zucchero, accostati anche al rosso, mattone e verde militare che tingeranno capi in cotone, fresco di lana, denim, jersey, pelle.

Anche sugli accessori Vivienne Westwood ha voluto dare un tocco anticonformista lanciando i sandali alla caviglia, collane in metallo talvolta maxi, magari abbinate a bandane, spille e tracolle in pelle.

Alessandra Paschetto

vi1

vi2

vi3

vi4

vi5

(foto: milanomodauomo.it)





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto