Stella Jean – collezione primavera estate 2015

Stella Jean – collezione primavera estate 2015

Stella Jean presenta la sua collezione primavera – estate 2015


HAITI MON AMOUR

La forza del colore, capace di vincere anche sul più “grigio dei grigiori” invernali.

Un colore che partendo da lontano, da Haiti, arriva fino in Italia per diffondersi poi in tutto l’universo della moda sotto forma di gonne, abiti, cappotti, t-shirt, bluse e chi più ne ha più ne metta.

Un caleidoscopico abbinamento di tinte forti che spaziano dal verde all’ocra, dal blu all’arancio, dal viola al rosso che, unendosi, danno vita ad uno stile vitaminico capace di non voltare le spalle all’eleganza ma, al contrario, di andarvi a nozze.
Un mood tutto a se, che porta il nome di Stella Jean, la stilista di origini italo/haitiane che solo tre anni fa è entrata a piccoli passi sulle passerelle di mezzo mondo e che, oggi, ha trovato un posto di rigore nel cuore di tutte le fashioniste.

MNT_5752

MNT_5862

Decisa e concisa la sua filosofia vincente“Wax & Stripes Phylosophy”, dove Wax è la sintesi delle sue origini da parte di madre (ricordiamo che haiti è stata la prima repubblica nera indipendente al mondo) mentre il termine stripes simbolizza il cote paterno (gentiluomo torinese) in quanto legato alla camicia di foggia maschile.

E proprio l’abbinamento tra la camicia a righe di suo padre e la gonna a ruota con le stampe è divenuto quel manifesto che oggi Stella Jean propone in ogni sua collezione, realizzando abiti che, come singole lettere dell’alfabeto, unendosi dispiegano il loro vero significato.

MNT_5966

MNT_5705

Quasi un linguaggio quindi che “attraverso un percorso stilistico e geografico inverso tende a ristabilire equilibri tra simboli, storie, e mondi differenti”. Parole queste della stilista in persona che, lo scorso settembre nel suo show room di Milano, ha presentato la collezione p/e 2015: t-shirt da basket proposte con gonna pareo a stampe batik, dress mutlicolori abbinate con giacche redingote over, camicie a quadri e gonne a ruota floreali solo alcune delle tante proposte applaudite.

Un successo ancora più acclamato per la finalità social racchiusa nella collezione, in quanto alcune delle stampe proposte sono state lavorate in Mali e in Burkina Faso, Paese coinvolto grazie alla collaborazione con un’agenzia delle Nazioni Unite. Un gesto più che ammirevole. Che altro dire: Stella Jean…come non amarti?

Valentina Colleoni





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto