Lo spot Pepsi con Kendall Jenner è stato ritirato

Lo spot Pepsi con Kendall Jenner è stato ritirato

L’ultimo spot Pepsi non è stato apprezzato dalla rete così come la sua protagonista Kendall Jenner.


In questi giorni Kendall Jenner, una delle sorelle minori di Kim Kardashian, nella vita modella e influencer, si è ritrovata al centro delle polemiche a causa dell’ultimo spot Pepsi a cui la ragazza ha prestato il volto. In realtà, sembra che sotto accusa sia il messaggio passato dal brand e non certo “l’interpretazione” della testimonial. Eppure in molti non hanno perso l’occasione per scagliarsi contro Kendall con pungenti commenti.

Il video incriminato inizia con Kendall nei panni di una top model impegnata in un servizio fotografico. Sembra una normale giornata di lavoro, quando improvvisamente la protagonista si accorge di un corteo in protesta che avanza fino al luogo dello shooting e al quale decide di unirsi. Quando però il corteo incontra la polizia, la giovane si fa spazio tra la folla stringendo tra le mani una lattina di Pepsi che dona in segno di pace a uno degli agenti.

Purtroppo sono molti consumatori si sono indignati perchè in realtà la scena dello spot ne ricorda una reale. Precisamente quella immortalata a luglio in Florida dallo scatto vincitore del “World Press Photo”, che ritrae la manifestante Ieshia Evans, durante la protesta pacifica seguita ai tragici fatti dello scorso 9 luglio 2016, quando un uomo di colore, Alton Sterling, era stato ucciso brutalmente dalla polizia, affrontare con calma i due agenti, che poi la arresteranno.

Ma di note dolenti, nella pubblicità, ce sono molte. A suscitare lo sdegno dei telespettatori è stata oltre alla banalizzazione dell’ importante tema anche la scelta della ricca e frivola Kendall che, non ha mai avuto nulla a che fare con l’impegno politico. Per la rete la Jenner è dunque un’interprete indegna dell’icona dal movimento «Black Lives Matter», Ieshia Evans.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto