La collezione Daniela Gregis autunno-inverno 2015/16

La collezione Daniela Gregis autunno-inverno 2015/16

La collezione Daniela Gregis autunno-inverno 2015/16 presentata in calendario alla Milano Fashion Week


Miriam De Nicolo’

Art & Fashion editor 

 

La collezione Daniela Gregis autunno-inverno 2015/16

Assistere alla sfilata di Daniela Gregis è come entrare nell’atelier di un pittore in piena evoluzione creativa, sopraffatto dall’ispirazione, circondato dai colori della tavolozza e dalla musica.

Tinte di blu acceso e di rosso si fanno spazio nelle calze portate alla collegiale, nei cappelli in feltro, nelle cinture lavorate a uncinetto, nelle morbide e avvolgenti sciarpe.

E’ una donna legata al passato quella di Daniela Gregis, una donna che ama l’ambiente familiare, spinta in questa collezione più dall’amore come concetto filosofico che dalla moda in senso teorico.

Comodità, naturalezza, artigianalità sono le parole chiave della collezione autunno-inverno 2015/16 di Daniela Gregis presentata in calendario alla Milano Fashion Week.

Uno spettacolo a cui tutti assistono silenziosi e attenti, più che una sfilata di moda milanese, frenetica ritmata e glamorous. Uno show-meditazione, dove le modelle sfilano avvolte negli abiti di artista, di scolaretta, di donna parigina, una donna che ama circondarsi di conoscenze bizzarre e allegre e “fuori dal coro”.

XMTtjbm1pX2Ntc3BpY3R1cmU7aW1hZ2U7aWQ7ODIwMDg=__W456H666R15BTRANSP___655c8dc2

XMTtjbm1pX2Ntc3BpY3R1cmU7aW1hZ2U7aWQ7ODIwMDE=__W456H666R15BTRANSP___85684184

XMTtjbm1pX2Ntc3BpY3R1cmU7aW1hZ2U7aWQ7ODIwMjc=__W456H666R15BTRANSP___bd7c7825

 

Tutto è concesso a chi sceglie Daniela Gregis, anche indossare una giacca che sembra passata sotto le grinfie della pazzia di Pollock o avere colli a raggiera, frutto di Edward mani di forbice.

Daniela Gregis ci fa entrare nelle sue memorie, possiamo sentire il dolce chiacchierare di una nonna con l’amata nipote, una bimba che indossa calzette rosa alla caviglia e che crescendo non abbandona quei colori e quelle parole, i consigli, l’atmosfera familiare e calda, ma che li trasforma facendoli propri e dando voce a sogni, desideri.

 

XMTtjbm1pX2Ntc3BpY3R1cmU7aW1hZ2U7aWQ7ODI2MTI=__W456H666R15BTRANSP___ca404ddb

XMTtjbm1pX2Ntc3BpY3R1cmU7aW1hZ2U7aWQ7ODE5ODU=__W456H666R15BTRANSP___e875ebf1

 

Assistiamo a un’esibizione, come un flash-back in un film, abiti-tela, abiti che accolgono il colore come forma di vita, sono tessuti che prendono forma quasi per magia, senza stringere la donna in forme scomode o sensuali, ma firmando invece la sua personalità, le sue idee.

Tocco di classe in sfilata appare una raggiante Benedetta Barzini, modella e giornalista italiana, che con la sua ironia ci delizia in un defilè che solo una donna del suo spessore saprebbe regalare.

E come avviene ad ogni fine show, il designer si presenta per accogliere impettito gli applausi del pubblico in sala. Non qui, non Daniela Gregis che ci lascia con il dubbio, con delle domande sospese, come in un film di Hitchcock dal giallo irrisolto: una fila di artigiani che hanno collaborato a questa splendida collezione, chi sarà Daniela Gregis tra questi?

 

XMTtjbm1pX2Ntc3BpY3R1cmU7aW1hZ2U7aWQ7ODIwNjE=__W456H666R15BTRANSP___574b1aec

XMTtjbm1pX2Ntc3BpY3R1cmU7aW1hZ2U7aWQ7ODE5OTQ=__W456H666R15BTRANSP___ac2886a8

 

Guarda qui tutta la collezione A/I 2015/16: 

Miriam De Nicolo’





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto