Chris Mosier, il primo trans in una Nazionale

Chris Mosier, il primo trans in una Nazionale

Il trentaquattrenne è stato selezionato per rappresentare gli States nelle gare di Duathlon nel 2016 gareggiando nella categoria maschile (e non del sesso di nascita)


Si chiama Chris Mosier, ha 34 anni ed è la novità che riguarda il mondo dello sport a livello di Nazionale statunitense a partire dal 2016.

Il giovane atleta è stato infatti selezionato per rappresentare la sua terra natìa durante le gare di Duathlon previste per l’anno prossimo, gareggiando nella categoria maschile che rispecchia la sua attuale identità ma non sesso di origine: Chris Mosier è infatti il primo transgender della storia sportiva statunitense a prendere parte a dei giochi atletici.

Chris Mosier gareggia dal 2009, ma solo nel 2010 ha iniziato a partecipare alle gare maschili dopo averci pensato abbastanza: oltre al processo di transizione, c’era da pensare se mai sarebbe riuscito a competere con altri uomini, il che non è così scontato considerando che Chris è nato nel corpo di una donna.

I primi successi non sono arrivati poi così tardi e con essi la dimostrazione che ce la stava facendo: è arrivato infatti quarto in una gara di Ironman, la competizione più ardua del triathlon che comprende circa 4km a nuoto, più di 180 km in bici e la maratona finale.

A sostenere (e sostenersi) a livello sportivo tutti i transgender, Chris Mosier ha fondato la “Go! Athletes“, un’associazione in difesa dei diritti di tutti i trans nonché cura il sito transathlete.com.

Alessandra Paschetto





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto