Apre a Milano la nuova Fondazione Prada

Apre a Milano la nuova Fondazione Prada

Grande inaugurazione a Milano per la nuova ed esclusiva Fondazione Prada, nuovo luogo d’incontro per l’arte e il glamour meneghino


Apre a Milano la nuova Fondazione Prada

Grande inaugurazione a Milano per la nuova ed esclusiva Fondazione Prada, nuovo luogo d’incontro per l’arte e il glamour meneghino

Milano si arricchisce con un’altra chicca, la nuova Fondazione Prada.
Situata nella zona sud della città (Largo Isarco) la sede ha inaugurato  con una cena privata cui hanno partecipato i grandi nomi dello spettacolo, della moda, della politica, del cinema e dell’imprenditoria.

Fondazione Prada è stata progettata da OMA, il pluripremiato studio dell’architetto olandese Rem Koolhaas recuperando un’ex distilleria del 1910 trasformandola in un luogo contemporaneo, la sede si estende su 19 mila metri quadrati di spazio, combina sette edifici pre-esistenti e tre nuove costruzioni (Podium, Cinema e Torre).

Nata nel 1993 la Fondazione Prada nasce come luogo di analisi e ideazione di mostre d’arte contemporanea, cinema e filosofia, progetti di architettura, affiancata dalla sede di Venezia.
Dieci sono i progetti al momento in calendario per la nuova sede, tra cui la rassegna cinematografica creata dal genio di Roman Polanski che prevede la proiezione di 21 film suoi e dei maestri che l’hanno ispirato, oltre a un documentario creato esclusivamente per la fondazione.

4 3

Lungo i corridoi sono esposte opere del XX e XXI secolo della collezione Prada; nelle ampie sale si possono ammirare diverse opere e fregi di artisti come Vezzoli, Pistoletto, Klein, Cattelan.
Ma la vera chicca dell’edificio è rappresentata dal “Bar Luce”, piccolo Bistrò chic ed esclusivo che si prospetta essere il nuovo punto d’incontro per i milanesi attenti alle nuove tendenze fashion&art.

1

Il Bar Luce è nato da un’idea del regista americano Wes Anderson, che l’ha anche realizzato in pieno stile anni ’50 e rappresenta una piccola riproduzione della Galleria Vittorio Emanuele, grazie all’uso delle luci che regalano le stesse atmosfere. Al suo interno: juke-box, flipper, colori pastello, carte da parati disegnate esclusivamente per ricordare l’atmosfera di quegli anni.
Ogni minimo particolare è stato studiato per rendere Fondazione Prada un vero e proprio punto di riferimento per incontri d’arte, di filosofia, cinema e cultura.

2
Da segnare in agenda le mostre presso la sede di Milano: An Introduction (9 maggio-10 gennaio 2016), In Part (9 maggio-31 ottobre), Trittico (nato dal progetto del Thought Council) e la mostra permanente di Robert Gober e Louise Bourfeois.
Da non perdere quest’estate altre due mostre importanti: Serial Classic (9 maggio-24 agosto) a Milano, co-curata da Salvatore Settis e Anna Anguissola, Portable Classic (9 maggio-13 settembre) a Venezia. I temi analizzati affrontano il concetto della serialità, della copia nell’arte classica e della riproduzione delle statue greco-romane dal Rinascimento al Neoclassicismo.

Buona visione!

copertina

Laura Gagliano





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto