“Ad Arisa non piace essere comandata” l’ex Andrea Di Carlo racconta i motivi dell’addio

  • Laureata in Scienze Politiche
  • Autrice premiata agli Italian Mission Award

“Ad Arisa non piace essere comandata” l’ex Andrea Di Carlo racconta i motivi dell’addio

Torna a parlare dell’ex fidanzata Arisa, il suo manager Andrea Di Carlo, mettendo in chiaro le motivazioni dell’addio ad un passo dalle nozze. Ma traspare dalle sue parole un amore non ancora finito.

Lo scorso anno, a pochi mesi dal matrimonio, Andrea Di Carlo e la cantante Arisa, all’anagrafe Rosalia Pippa, si sono lasciati. Un gesto inaspettato considerando che era tutto pronto per la fatidica data e che lei, poche ore prima, si trovava da Mara Venier a Domenica In. In quell’occasione aveva parlato proprio dell’imminente evento ma senza menzionare il suo futuro sposo e manager. Poi il ritorno a casa, la discussione con Andrea e la chiusura del rapporto. Lo aveva annunciato in primis lui con un post sui social:

L’amore è per i coraggiosi ed io lo sono. Quando ami lasci libero chi non è in grado di prendere impegni. Passo e chiuso. #nessunmatrimonio. Bisogna prendere le distanze da chi ti fa apparire come un ologramma senza nome, io non sono Mina, io mi chiamo Andrea.

Sul momento Arisa dichiarò:

Deve rispettare anche le mie scelte non può dirmi o me, o tutto il resto. Sono una donna molto indipendente e non sono nata per fare quello che voleva lui, per dedicarmi a lui totalmente. Io ho il mio staff, tante persone attorno a me. E lui non voleva “condividermi” con nessuno.

Di Carlo ha di recente parlato di Arisa durante un’intervista a Mow Magazine ripercorrendo le tappe del loro amore che non sembra affatto terminato. Sul perchè si siano allontanati Andrea è chiaro:

A lei non piace essere comandata. Ma un manager dei consigli, delle dritte te li deve pur dare. Rosalba si arrabbiava spesso con me, anche perché non riusciva a vedere questa differenza tra manager e fidanzato.

Beh, l’amore quello vero è per sempre, no? Il fatto che due persone si lascino, non vuol dire che non si amino più.[…]. Ecco, per me l’amore funziona così: a un certo punto si ferma, ma non finisce. Difficilmente potrò pensare a Rosalba senza un pensiero gentile. […] Comunque nessuno dei due s’è lasciato dicendo “Non ti amo più”…

“Arisa alle quattro del mattino si svegliò e mi disse che voleva tornare a casa sua”

Ma su un punto è chiaro, ovvero sulle dinamiche della fine del rapporto, la cui goccia scatenante è stata proprio l’ospitata da Mara Venier.

Allora, due presupposti: il primo è che io non ero molto d’accordo col fatto di annunciarlo già in tv e lei lo sapeva. Poi lo fece dire lo stesso al giornalista Santo Pirrotta al programma della Volpe e la notizia uscì su centinaia di testate, va bene. Il secondo presupposto è che non amavo guardala quando stava in televisione.

Ma quindi cosa successe davvero dalla Venier? 

Allora, Rosalba si era comprata un paio di scarpe di Dior e io le dissi subito che quelle le avremmo usate solo nel letto. Quel giorno, mi scrisse per dirmi di guardarla dalla Venier perché si sarebbe messa proprio quelle scarpe. Caddi nella trappola. Mara mandò una clip di due minuti, un tempo televisivo lunghissimo, dove non venni citato. Poi neanche Rosalba non disse il mio nome.

Qualcuno lo vide come un gesto di riservatezza, quasi gentile nei miei confronti. Io andai fuori di matto. Lei, una volta a casa, cercò di calmarmi e ce la fece anche. Solo che poi alle quattro del mattino si svegliò e mi disse che voleva tornare a casa sua. Io venivo da un Sanremo in cui avevo portato sia lei che Ibra e che era stato veramente stressante, come solo il Festival sa essere. Ero spossato. In quel momento, mi dissi proprio: “Io non voglio stare con qualcuno che mi pianta una scena alle quattro del mattino e mi scombussola la vita dal nulla”. Così Rosalba prese la porta e io scrissi subito un post su Instagram. […]

Questa fu la cosa più sbagliata del mondo, non avevo calcolato la potenza mediatica di quanto avevo scritto. Tutti quanti riportarono: “Arisa lasciata all’altare” ecc ecc. Non avevo pensato potesse succedere, mi è spiaciuto farle del male. […] Si prese una bella botta. Andai a trovarla qualche giorno dopo ed era molto giù. Potessi tornare indietro, non lo rifarei, lo ammetto.

Ad oggi però Andrea sa che per Arisa sarà difficile trovare un nuovo amore.

Credo che Rosalba voglia stare con qualcuno, ma anche che avere qualcuno che la ami vada al di fuori della sua comfort zone. E io sono in grado di amarla tantissimo, per questo l’ho destabilizzata. Ai tempi d’oro potevano succedere cose tipo mi manda un messaggio scrivendomi: “Mi manchi” e io – che allora ero ancora un’anima innocente – le rispondevo: “Anche a me, da morire! Quando ci vediamo?”. Lei: “Ho detto che mi manchi, non che ti voglio rivedere” (ride, ndr). Rosalba è così.

Programmazione TV
Lo sapevi che...