WhatsApp: video hot e conversazioni spiate, App a rischio

WhatsApp: video hot e conversazioni spiate, App a rischio

Tra video porno che coinvolgono studentesse minorenni e problemi di tutela della privacy il futuro di WhatsApp è sempre più incerto


WhatsApp è l’applicazione di messaggistica istantanea più diffusa al mondo e nel contempo anche la più chiacchierata. Negli ultimi mesi si è discusso molto sull’impatto che le nuove tecnologie stanno avendo sui giovani e tra video hot, prese in giro e violazioni della privacy WhatsApp è sempre stata nell’occhio del ciclone. Molti di voi ricorderanno l’episodio avvenuto il mese scorso in una scuola media di Roma, in cui un video hot aveva fatto il giro della classe scatenando un putiferio.

Ebbene, il misfatto si è ripetuto: il luogo è Monopoli, provincia di Bari, le protagoniste alcune studentesse della scuola media locale. Il sospetto è che a diffondere i video siano stati alcuni ex fidanzati, forse per vendetta; quel che è certo è che WhatsApp ora è sotto accusa e il Moige preme per imporre forti restrizioni all’uso delle applicazioni di messaggistica istantanea su dispositivi mobile, in particolar modo tra i giovani. Il futuro della chat non è mai stato così incerto, soprattutto se si considera che tutte le più popolari applicazioni di messaggistica attualmente sul mercato peccano proprio in quello che dovrebbe essere uno dei loro punti di forza: la tutela della privacy.

Spiare le conversazioni private di WhatsApp è tutto fuorché difficile, questo è risaputo: noi stessi abbiamo riportato in più di un’occasione e a scopo puramente informativo alcuni semplici metodi per aggirare i protocolli di sicurezza dell’App. Se volete scoprirli, date un’occhiata QUI. A breve vi spiegheremo anche come divendere la vostra privacy da sguardi indiscreti, quindi tornate a trovarci!

Rimane ancora un importante quesito da sciogliere: qual è il futuro di WhatsApp? L’opinione più diffusa è che nonostante tutti gli scandali scoppiati negli ultimi mesi non cambierà nulla, ma se il Moige e gli altri organi competenti dovessero fare pressioni sul governo e sull’opinione pubblica non è da escludere che in futuro verranno introdotte norme restrittive per limitare l’uso dell’App tra i minorenni.

In attesa di ulteriori sviluppi, vi riproponiamo un video divertente che spiega “l’amore ai tempi di WhatsApp”:

(St.S.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto