Valeria Marini si separa da Giovanni Cottone, è ufficiale

Valeria Marini si separa da Giovanni Cottone, è ufficiale

Dopo neanche un anno di matrimonio, Valeria Marini si separa da suo marito Giovanni Cottone e ad annunciare lo scoop ci pensa il settimanale Chi


Lo scorso 5 maggio Valeria Marini si è sposata sotto gli occhi di tutta Italia: una  cerimonia trasmessa addirittura in diretta su Rai1, una messa che ha fatto discutere per lo sfarzo e per la scelta dell’utilizzo della televisione di Stato per uno scopo considerato da molti futile. Insomma, possiamo affermare con certezza che per Valeria Marini il matrimonio con Giovanni Cottone è stato indimenticabile, ma anche per tutti noi italiani.

Dopo meno di un anno però è arrivata una notizia che ha tutta la parvenza di una doccia fredda e che ha sconvolto le cronache rosa poiché inaspettata: il matrimonio è naufragato e Valeria Marini e Giovanni Cottone hanno deciso di separarsi, dopo un fidanzamento cominciato nel 2008.

Insomma, la notizia ha dell’assurdo se poi si pensa addirittura che il giorno fissato per la prima udienza è il 6 maggio, un anno e un giorno dopo il matrimonio da favola che ha paralizzato tutta la Capitale. I motivi della separazione sono ancora ignoti, ma a quanto pare la coppia sarebbe in crisi da tempo.

Valeria Marini e Giovanni Cottone si sono allontanati da tempo, così com’è da tempo che nessuno li ha visti insieme: anche durante il funerale del padre dell’attrice, al su fianco c’erano la mamma, la sorella e il fratello, ma non Cottone. Insomma, era da tempo che le cose non stavano andando per il meglio tra i due.

Valeria Marini dal canto suo si è affidata all’avvocato divorzista Annamaria Bernardini De Pace e secondo quanto anticipato dal settimanale Chi – il primo a fornire la notizia, successivamente esplosa in rete -, l’udienza e la causa potrebbero addirittura arrivare all’inaspettata conclusione: l’annullamento del matrimonio da parte della Sacra Rota.

Se avete dimenticato le nozze stellari di Valeria Marini e Giovanni Cottone, rivivetele CLICCANDO QUI. (b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto