Uomini e Donne, Riccardo Guarnieri e il retroscena su Ida: “Devo tutelarmi”

Uomini e Donne, Riccardo Guarnieri e il retroscena su Ida: “Devo tutelarmi”

Il cavaliere di Uomini e Donne Riccardo Guarnieri ha rilasciato un’intervista dove ha svelato un assurdo retroscena su Ida Platano.


Riccardo Guarnieri e Ida Platano nelle ultime puntate di quest’ultima edizione di Uomini e Donne hanno chiuso definitivamente. Dopo un primo riavvicinamento, i due hanno poi riaperto vecchie parentesi e il cavaliere ha dichiarato di non essere più innamorato della dama come prima. Queste sue dichiarazioni sono bastate ad Ida Platano per non voler più aggiungere nulla al riguardo e per chiudersi nel suo silenzio. Mentre Riccardo Guarnieri successivamente ha rilasciato un’intervista al magazine di Uomini e Donne dove ha spiegato la sua versione dei fatti e come sono andate per lui le cose.


Leggi anche: Uomini e Donne, Riccardo Guarnieri su Ida Platano: “Mi permetto di consigliarle di non commettere gli stessi errori”

Uomini e Donne, Riccardo Guarnieri svela un retroscena su Ida Platano

Riguardo a quanto successo nel corso delle ultime puntate di Uomini e Donne, il cavaliere del trono Over ha così dichiarato nel corso dell’intervista al magazine del programma:

Non ci siamo più sentiti, anche perché credo che Ida mi abbia bloccato sui social. Non ho alcuna intenzione di cercarla ancora. Mi sono accorto di essere stato bloccato solo perché sul profilo della nostra chat era sparita la sua foto […] Ho detto tutto quello che dovevo dirle, ma purtroppo le mie parole sono state fraintese per l’ennesima volta: è stato capito l’esatto contrario di ciò che intendevo dire… In ogni caso io sono sereno. Credo di essere stato trasparente dall’inizio alla fine del percorso, a differenza di quello che Ida ha asserito e pensato.


Potrebbe interessarti: Uomini e Donne, Ida Platano su Riccardo Guarnieri: “Ogni tanto mi sento inferiore”

E poi ha aggiunto:

Le cose sono degenerate in seguito, quando le ho confessato che in questi due anni più volte ho sentito l’istinto di chiamarla, ma mi sono bloccato ripensando ai problemi che abbiamo avuto end alcune cose che sono successe durante e dopo la quarantena di marzo 2020 […] I sentimenti per Ida li ho dovuti soffocare, chiudere in un barattolo. Ida per me non è, e non sarà mai, una persona qualsiasi ma devo tutelarmi.