Uomini e Donne: Luigi Mastroianni conferma la crisi con Sara Affi Fella

Uomini e Donne: Luigi Mastroianni conferma la crisi con Sara Affi Fella

L’ex corteggiatore sui social: “Io e Sara siamo in crisi, ma non ho mai avuto dubbi su di lei”.


Luigi Mastroianni è uno dei corteggiatori più amati dell’ultima stagione del trono classico di Uomini e Donne che, con la sua educazione e la sua sincerità, è riuscito a conquistare il cuore di Sara Affi Fella. Ma una volta usciti dal programma qualcosa tra i due non sembra esser andato bene.

uominiedonne_crisi_conferma_luigi

Dopo la confessione di Sara sul settimanale Uomini e Donne Magazine, anche Luigi ha rotto il silenzio, ammettendo in una diretta su Instagram il difficile momento di crisi: “Non ne voglio parlare, i panni sporchi si lavano in casa. Quello che avete letto relativo alla crisi è tutto vero. Ma, per quanto mi riguarda, non avevo alcun dubbio sul nostro rapporto, anzi, ero fermamente convinto di volere una persona. Stiamo cercando di capire come va. Io capisco che c’è stata tanta pressione intorno a noi, per la curiosità anche di sapere cosa stava succedendo ma ho letto davvero tanti commenti brutti nei miei confronti e anche in quelli di Sara. Ci sono delle cose che vanno e altre che non vanno ma non per questo bisogna sparare a zero sulle persone se poi neanche sapete bene come sono andate le cose”.

Tra tutti gli attacchi ricevuti in queste settimane però, quello che ha ferito di più Mastroianni sono stati i commenti degli heaters che lo hanno accusato di strumentalizzare il fratello minore Salvatore: “Mio fratello è un pezzo importante della mia vita. Io vivo in un posto dove non è facile fare accettare ragazzi con delle problematiche, è brutto da dire ma è la realtà. Io sono sempre stato fiero di mio fratello, l’ho sempre portato con me. Mio fratello è ben integrato nel mio paese, ha i suoi amici, la sua comitiva, per me è tutto. Abbiamo lottato per renderlo una persona con una vita più ‘normale’ possibile. Io non l’ho mai strumentalizzato, siete voi che siete cattivi a pensare una cosa del genere”.

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto