Uomini e Donne, Luca e Soraia no alla convivenza: “Ci vuole testa per…”

Uomini e Donne, Luca e Soraia no alla convivenza: “Ci vuole testa per…”

L’ex tronista di Uomini e Donne Luca Salatino insieme a Soraia in una recente intervista hanno parlato della convivenza.


Luca Salatino e Soraia Ceruti, dopo l’esperienza e il percorso a Uomini e Donne, si stanno godendo la loro storia d’amore lontano dai riflettori. Non vivendo nella stessa città, fanno un po’ e un po’, dividendosi tra Como – dove abita l’ex corteggiatrice – e Roma – dove abita l’ex tronista. Di recente hanno rilasciato un’intervista a Mondotv24 dove si sono raccontati e hanno parlato dei loro progetti futuri, tra cui se andare a convivere oppure no.


Leggi anche: Uomini e Donne, Angela Nasti sulla scelta: “Ora è un testa a testa”

Uomini e Donne, Luca e Soraia perché non vanno a convivere?

Nel corso dell’intervista a Mondotv24, i due ex protagonisti di Uomini e Donne hanno parlato del perché non vanno a convivere, almeno per il momento. Entrambi hanno dichiarato di volersi prima conoscere meglio e di non voler affrettare le cose, avendo 30 anni. Anche se l’intenzione e la voglia di vivere insieme ovviamente c’è ed è anche tanta:

Siamo contenti, ci stiamo conoscendo. Va tutto a gonfie vele. A trent’anni le cose vanno fatte con testa e piano piano. Altrimenti si rischia di rovinare tutto. Gli obiettivi, i progetti e le intenzioni ci sono.

E ancora:

Certo c’è la distanza, noi abbiamo i nostri impegni. Io ho i miei impegni a Roma perché comunque praticando lo sport, lei col suo lavoro…per adesso non riusciamo a ricongiungerci. Ci vediamo una volta a settimana, o salgo io a Como o scende lei a Roma. Così riusciamo a gestire questa situazione che non è sicuramente comoda. La convivenza è l’obiettivo che vogliamo raggiungere. Per ora siamo impossibilitati, lei per il lavoro e io per gli impegni sportivi che ho qui a Roma. Anche il fatto che ci dobbiamo ancora conoscere…però quello della convivenza è sicuramente il nostro obiettivo, o presto o tardi la voglia c’è. Sicuramente bisogna ascoltare il cuore, quando sei ragazzo, se ti senti di convivere dopo un giorno con una persona bisogna farlo, a 30 anni è diverso sicuramente.