Suor Cristina, vittima di stalking da parte di un fan

Suor Cristina, vittima di stalking da parte di un fan

La suora cantante è stata vittima di stalking da parte di un fan del Belgio. L’ammiratore è stato arrestato a Bari in flagranza di reato.


In una delle sue ultime interviste rilasciata a Le Iene Suor Cristina, vincitrice della seconda edizione di The Voice of Italy, aveva rivelato delle informazioni molto personali sul suo conto e la decisione di utilizzare la cover di “Like a Virgin” come singolo di lancio per il suo nuovo album aveva subito suscitato qualche critica e controversia.

A distanza di quasi un anno dalla sua vittoria dal talent show canoro di Rai 2 si torna di nuovo a parlare di Cristina Scuccia, la suora cantante che aveva sconvolto l’Italia con la sua voce. Questa volta però l’evento non è dei più felici perché come riportato direttamente da Il Corriere della Sera la suora è stata vittima di stalking. Il persecutore sarebbe un suo ammiratore belga che dopo aver visto e ascoltato le performance di Suor Cristina si sarebbe perdutamente innamorato di lei tanto da decidere su due piedi di partire dal Belgio per arrivare qui in Italia e coronare il suo più grande sogno: farsi un selfie con lei.

L’uomo di 42 anni ha ripetutamente cercato di contattare Cristina Scuccia tramite Facebook ma il risultato di tanta ostinazione è stata una denuncia alla polizia postale per stalking. Non contento, però, l’uomo ha subito deciso di partire alla volta dell’Italia e in flagranza di reato è stato arrestato con l’accusa di stalking trovandosi adesso nel centro di identificazione ed espulsione di Bari. Nel frattempo il fan è in attesa di essere rimpatriato ma al momento bisogna ancora aspettare la convalida del decreto di allontanamento emesso nei suoi confronti.

Di certo con questa storia non si può dire che Suor Cristina non abbia di nuovo suscitato dell’interesse nei suoi riguardi e chissà che la prossima volta, prima di scegliere una canzone tanto particolare per il suo prossimo album, non ci pensi con più attenzione per evitare spiacevoli sorprese come questa.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto