Sanremo 2023, Amadeus rivuole “lei” sul palco dell’Ariston

Sanremo 2023, Amadeus rivuole “lei” sul palco dell’Ariston

Uscito lunedì il regolamento ufficiale dell’edizione di Sanremo 2023, Amadeus inizia a testare il terreno con alcuni papabili co-protagonisti. Vediamo se accetteranno o meno.


Non più tardi di lunedì è stato reso pubblico il nuovo regolamento di Sanremo 2023.  Poco o nulla di invariato rispetto all’edizione passata. I concorrenti saranno 25, o meglio, 22 Big a cui si aggiungeranno il vincitore – assieme al secondo e terzo classifcato – di Sanremo Giovani, che si terrà a Dicembre 2022. Quest’ultimi, dovranno portare alla competizione principale un altro brano, diverso da quello con cui hanno gareggiato precedentemente.


Leggi anche: Amadeus vuole Francesca Chillemi a Sanremo insieme a Can Yaman! L’indiscrezione

Le canzoni in gara saranno giudicate dal pubblico a casa tramite televoto, dalla giuria di circa 150 membri accreditati di Sala Stampa, Tv, Radio e Web e da 300 membri selezionati che formeranno la giuria demoscopica.

Rimaste invariate le modalità di svolgimento delle serate. Nelle prime due puntate, i cantanti si eisibiranno divisi in due gruppi; nella terza tutti i Big, invece, si esibiranno assieme. La quarta sarà come sempre dedicata alle cover per concludere con la quinta e la scelta del vincitore dell’edizione 2023.


Potrebbe interessarti: Can Yaman smentisce la sua presenza a Sanremo 2022

Sanremo, il ritorno di una signora elegante alla corte di Amadeus

Mentre se del regolamento sappiamo tutto, ancora sono avvolti da un alone di mistero gli ospiti e i co-protagonisti che ruoteranno intorno ad Amadeus. Secondo le indiscrezioni del sito TvBlog, Amadeus ha intenzione di riportare sul palco Drusilla Foer. Magari in una veste diversa rispetto a quella di “valletta” per una serata del Festival come era accaduto lo scorso anno.

Nei giorni scorsi Amadeus avrebbe espresso il suo desiderata direttamente a Gianluca Gori, l’attore e regista che porta in scena il personaggio di Drusilla Foer. In questa fase nulla sarebbe stato ancora deciso in maniera definitiva, ma l’iniziativa di Amadeus appare un segnale molto significativo e sarebbe stata accolta con entusiasmo dalla controparte.

Soltanto nei prossimi mesi si comprenderà in che misura e in che termini si declinerà la presenza della Foer sul palco del teatro Ariston. La sensazione, ad oggi, è che Drusilla Foer possa essere la protagonista di un segmento televisivo correlato direttamente al Festival, come, per esempio, il PrimaFestival.