Sabrina Ferilli si racconta dopo Baciamo le mani

Sabrina Ferilli si racconta dopo Baciamo le mani

L’attrice si darà al teatro


Sabrina Ferilli è reduce dall’esperienza vittoriosa della fiction Baciamo le mani che questa sera giunge alla sua ultima puntata. Dato l’enorme successo che ha avuto ci sarà sicuramente il seguito: quasi 5 milioni di telespettatori e uno share pari al 20%.

Nel giro di 8 episodi, la serie tv sulla mafia di fine anni ’50, ha creato il suo pubblico che ogni venerdì sera si sintonizza puntuale per vedere i nuovi riscontri dei boss newyorkesi di Little Italy.

Sabrina Ferilli, dopo l’esperienza con Virna Lisi in Baciamo le mani, ritrovata a distanza di 13 anni da “Le ali della vita”, si darà al teatro. Reciterà e produrrà lo spettacolo “Signori…le paté de la maison” al fianco di Maurizio Micheli e Pino Quartullo.

L’attrice confida: “Non ci sono solo cinema e tv. Mi impongo il teatro per disciplina e spirito di sacrificio, non voglio la vita troppo comoda”.
Manca poco alla notte degli Oscar dove l’attrice romana è candidata per il film “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino appena selezionato per entrare come miglior film straniero.

Sabrina nel film interpreta Ramona, una stripper a fine carriera che prima di morire per una malattia misteriosa si mostra in tutta la sua intensità.
I critici l’hanno elogiata dicendo che ha partecipato alla pellicola abbandonando la perfezione estetica che fino ad ora l’ha resa la donna mediterranea più desiderata d’Italia. Questo ruolo le è servito come accettazione di sé; “Rivedermi al naturale sul grande schermo mi ha fatto provare una grande tenerezza, al contrario di come alcuni hanno percepito questo film come un manifesto cruento e scellerato dei nostri tempi” ha detto Sabrina.

Le ultime notizie la vedono incinta del compagno Flavio Cattaneo e lei risponde ridendo: “No, quello dipende dalla porzione di spaghetti in più o in meno che mi concedo”.
Il film è piaciuto moltissimo anche all’estero e poco più di un mese fa è uscito a Londra dove da 10 sale che lo proiettavano sono passate a 30. L’attrice spera che “La grande bellezza” possa arrivare ad Hollywood e avere un enorme successo internazionale. (s.z.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto