Ruzzle: il gioco che sta facendo impazzire gli smartphone

Ruzzle: il gioco che sta facendo impazzire gli smartphone

Tutti ne parlando, tutti si sfidano: Ruzzle è il gioco che dovrete scaricare a tutti i costi!


Non è uno Scarabeo e non è un Paroliere, è più semplicemente Ruzzle, il nuovo gioco per iOS e Android che sta spopolando nell’ultimo mese e se non ne avete ancora sentito parlare, siete ufficialmente out e vi dovrete istruire perché ormai anche sui social network non si parla d’altro. C’è chi la chiamerebbe tranquillamente isteria di massa e chi invece droga legalizzata. Il termine gioco passa in secondo piano, il termine gioco è quello originale, ma sarebbe più appropriato parlare di sfida, sfida all’ultima parola perché proprio di parole si tratta. Vedere parole, ricercarle, scovarle e formarle e farlo nel più breve tempo possibile.

 

 

Il gioco è stato inventato da un gruppo di sviluppatori svedesi, impiegati della Mag Interactive, azienda nata in concomitanza con l’arrivo sul mercato dell’App Store della Apple. Oltre a vari progetti cominciati sin dal 2011, nel marzo del 2012 viene alla luce Rumble, chiamato Ruzzle in un secondo momento. Ruzzle è un gioco gratuito che tutti i possessori di iPhone e di sistemi Android possono  scaricare gratuitamente, inoltre è stata lanciata sul mercato una versione “pro” che permette di eliminare i banner dei messaggi pubblicitari e ha alcune funzioni in più. In questo caso l’app ha un costo di 2.69 euro.

Per giocare a Ruzzle basta poco: avere un nickname e trovare uno sfidante. Una volta eseguiti questi due passaggi, il gioco ha inizio. Come se non bastasse poi, il famoso gioco che ha allietato le vacanze natalizie degli italiani – e che siamo sicuri li accompagnerà per tutto il 2013 -, offre anche un servizio di messaggistica istantanea che vi permetterà di scambiare messaggi con i vostri sfidanti. In molto usano questa funzionalità più che per comunicare, per vantarsi con gli utenti delle vittorie e dei grandi risultati ottenuti.

Ruzzle sarà il gioco dell’anno, i numeri parlano chiaro:  dieci milioni di giocatori in tutto il mondo; nella classifica dell’App Store ha raggiunto il primo posto in 50 Paesi; nella classifica di Google Play ha raggiunto la prima posizione in 30 paesi. Dobbiamo aggiungere altro?

 

 

(b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto