Rihanna infuriata con i giornalisti: “Canne? Non sono perfetta”

Rihanna infuriata con i giornalisti: “Canne? Non sono perfetta”

Dopo le foto postate su Instagram, il mondo condanna Rihanna e Rihanna risponde!


C’era da aspettarselo per svariati motivi. La critica sarebbe arrivata, diciamo che stavamo aspettando il momento. Sì, perché quando ci sia chiama Rihanna e si postano foto su Instagram mentre si fuma marijuana con una gioia immensa e non ci si limita a mostrare solo un’immagine, bensì svariate, possiamo affermare con certezza che non sarebbero passate inosservate.

Rihanna avrebbe dovuto saperlo benissimo e forse lo ha fatto di proposito, ma la polemica chiaramente non è stata evitata. Tutti contro Rihanna e Rihanna contro se stessa a modo suo. Ingenuamente quando si hanno 26 anni e una fama di questo tipo, probabilmente non ci si rende conto di quello che si può fare e quello che non si deve fare e Rihanna in quanto a divieti infranti sembra essere un’esperta.

 

rihanna 1

 

Associazioni di genitori infuriati, benpensanti in prima linea pronti a puntare il dito a definire la cantante delle Barbados una drogata e una poco di buono e chi più ne ha più ne metta. Scagliarsi contro Riri dovrebbe diventare sport nazionale, è come sparare sulla croce rossa ed è qualcosa che porta giovamento a vittima e carnefici, inevitabilmente. Ovviamente si tratta di giovamento mediatico e nulla di più.

Stavolta comunque Rihanna ha deciso di alzare la testa e di parlare, ha deciso di ricordare che lei è una persona, una ragazza di 26 anni e non ha alcuna pretesa se non quella di cantare e fare musica, il resto della sua vita è questione privata, è un qualcosa che non deve interessare ai più e che deve rimanere lontana dai giudizi:

“Non sono perfetta, voglio solo vivere la mia vita. Non so perché ne siete tutti così sorpresi. Non ho mai preteso di essere un modello, ho già gli affari miei a cui pensare. Non ho mai voluto far pensare di essere perfetta”.

Che fumi marijuana, che parta in vacanza con Cara Delvigne, che si sia disperando per la fine della sua storia d’amore con Chris Brown, poco importa. Se ti chiami Rihanna, devi fare i conti con la popolarità, se ti chiami Rihanna la tua vita non resterà privata, se ti chiami Rihanna, parte della tua libertà l’hai persa in partenza. (b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto