Riforma pensioni ultime notizie oggi 28 novembre su Ue, Ignazio Messina e Tito Boeri

Riforma pensioni ultime notizie oggi 28 novembre su Ue, Ignazio Messina e Tito Boeri

Le ultime notizie sulle pensioni di oggi sabato 28 novembre: tutto su Unione Europea, Ignazio Messina e Tito Boeri.


Le ultime notizie sulla riforma pensioni aggiornate ad oggi 28 novembre ci informano sulle nuove dichiarazioni provenienti da Unione Europea, Ignazio Messina (Idv) e Tito Boeri, la cui proposta ha trovato l’appoggio, oltre che di Enrico Zanetti sottosegretario all’Economia, anche di Michele Emiliano, governatore della Regione Puglia, protagonista di un recente convegno all’Università di Bari insieme a Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, la quale si è scagliata contro le pensioni d’oro, come abbiamo visto nell’articolo inerente alle ultime novità sulle pensioni da Grillo, Meloni e Boeri.

Capitolo Unione Europa. Nella giornata di ieri si sono registrate importanti dichiarazioni da parte di Marianne Thyssen, commissario Ue all’occupazione, che ha ribadito l’importanza della parità di diritti tra uomini e donne all’interno del mondo lavorativo, sottolineando come gli assegni previdenziali delle donne lavoratrici siano più bassi rispetto a quelli dei colleghi maschi. Marianne ha affermato che a fine anno, quindi tra qualche settimana non di più, saranno presentate alcune misure per risolvere il problema.

Nel dibattito delle pensioni si inserisce anche Ignazio Messina di Italia dei Valori. Messina ha ricordato la battaglia politica del suo partito per la flessibilità in uscita, criticando aspramente il governo, colpevole di aver enunciato fin qui soltanto spot in merito alle pensioni. Una presa di posizione netta parte del segretario nazionale di Idv, il quale ha ricordato come quest’estate il governo avesse promesso un intervento sulla pensione anticipata salvo poi fare marcia indietro.

Tra le proposte per modificare l’attuale riforma pensioni della Fornero c’è quella di Tito Boeri, presidente dell’Inps. Nonostante pochi giorni fa abbia raccolto pesanti insulti da parte della stragrande maggioranza dei politici, Boeri oggi incassa l’appoggio di Michele Emiliano (Partito democratico), per il quale la manovra del numero uno dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale sarebbe “una manovra keynesiana di sostegno alla domanda che secondo me potrebbe essere molto utile”.

Federico Pisanu





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto