Richard Gere, super ospite al Taormina Film Festival

Richard Gere, super ospite al Taormina Film Festival

Sul palco del Teatro Antico a Taormina è bastata una domanda di Richard Gere alle fan per scatenare il panico e far attivare subito i bodyguard.


Di certo la sua presenza qui in Italia non passa mai inosservata. Da quando fu ospite al Giffoni dove fece impazzire un numero incredibile di fan ad oggi in cui Richard Gere è stato ospite al Taormina Film Festival in cui, con una semplice domanda, pare abbia scatenato tutte le donne presenti tra la folla da quelle più piccole a quelle più mature. L’attore si trovava sul palco del Teatro Antico in Sicilia ed era circondato dai suoi bodyguard più fidati che però hanno passato dei bruttissimi momenti dopo che il protagonista di “Pretty woman” ha chiesto ingenuamente al pubblico chi tra loro si volesse fare un selfie con lui.

All’inizio sembra essere stata una persona che molto timidamente è salita sul palco ma dopo sono state due, tre fino ad arrivare a cinquanta e più persone che tra bambine molto piccole e signore scatenate non vedevano l’ora di invadere il palco con smartphone alla mano per poter tornare a casa con un trofeo fotografico da esibire.

L’attore ha poi rilasciato un’intervista a Vanity Fair in cui spiegava il suo essere così eternamente giovane. Nonostante gli anni continuino a passare e lui non sia più un ragazzino in verità Richard Gere dentro di sé si sente proprio un 26enne, anche se come continua lui stesso durante l’intervista, quando si guarda poi allo specchio capisce di non essere più così giovane ma alla fin fine è così che si sente.

Poco importa dunque se abbia scatenato il panico al Taormina Film Festival anche perché come continua l’attore una cosa gli è sicuramente chiara della vecchiaia: più vai avanti con l’età e meno ti interessa quello che pensano gli altri. Di certo i complimenti fanno sempre piacere però e a Vanity Fair confessa di ricordarne ancora uno in particolare di una ragazzina che un giorno gli disse che l’attore era stato in grado di far felici tre generazioni: la sua, quella della madre e quella infine della nonna.





COMMENTI
Lascia una risposta

Vedi tutto