Raoul Bova e la lettera della suocera che ha fatto tanto discutere, svelato il mistero

Raoul Bova e la lettera della suocera che ha fatto tanto discutere, svelato il mistero

Il noto avvocato divorzista Annamaria Bernardini De Pace redige una rubrica settimanale per Il Giornale e il suo ultimo intervento ha fatto il giro della rete, ma non era contro Raoul Bova l’ex marito di sua figlia


E’ come se da qualche giorno in rete non si parlasse di altro ed è come se l’attività editoriale dell’avvocato Bernardini De Pace fosse per la prima volta arrivata alla ribalta della cronaca come non mai. Va detto infatti che il noto avvocato divorzista, nonché madre di Chiara Giordano, è la ex suocera dell’attore Raoul Bova che nel 2013 ha divorziato dopo 11 anni di matrimonio proprio dalla stessa Giordano. Ricorderete ovviamente tutto il clamore destato da questa separazione e tutto il gossip che ne è conseguito, ricorderete le parole dei diretti interessati e tutto il caos mediatico inevitabile.

Ecco dunque che il divorzio che ha accompagnato le cronache rosa lo scorso anno, torna a far parlare di sé perché nella rubrica che l’avvocato Bernardini De Pace conduce per il quotidiano Il Giornale, è apparsa una lettera da lei scritta che ripropone in chiave letteraria un classico triangolo di una coppia.

PER SAPERNE DI PIù SULLA LETTERE DELLA SUOCERA DI RAOUL BOVA, CLICCATE QUI

Insomma, il marito che tradisce la moglie per una ragazza più giovane: un uomo che abbandona la propria famiglia per una sbandata, un padre dapprima sempre presente e poi lentamente assente e lo sfogo di una suocera frustrata per il dolore subito. Inutile dire che tutti quanti hanno immediatamente pensato che il riferimento a Raoul Bova fosse più che scontato.

Non bisogna essere della malelingue per far correre veloce la mente verso questa possibile soluzione: del resto è bene comprendere che gran parte delle cose raccontate sono affini alla realtà, visto che Raoul Bova è protagonista di una bella love story con la giovanissima Rocio Munoz Morales e con  lei potrebbe metter su famiglia.

L’avvocato De Pace ha immediatamente fatto sapere che la storia raccontata è puramente fantasiosa, creata ad hoc per la rubrica Caro Uomo ti scrivo di cui Il Giornale si fa portavoce. Insomma, per quanto si sia appurato che Raoul Bova non c’entri niente, il pubblico non sembra poi così convinto e voi, da che parte state?

(b.p.)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto