Province italiane: diventano 51, approvato il decreto

Province italiane: diventano 51, approvato il decreto

Prima erano 110, troppe. Adesso sono 75, giuste? Ecco le nuove province italiane. 51 per l’esattezza, più 24 quelle della regioni a statuto speciale.


Il Consiglio dei Ministri, ha approvato il decreto legge di riforma delle Province. La nuova legge prevede “51 province comprese le città metropolitane”, questo ha annunciato il ministro Filippo Patroni Griffi illustrando le novità del decreto.

Dal prossimo anno sarà avviata una sperimentazione che abolirà i consigli provinciali, mentre alla fine del 2013 saranno eletti i rappresentanti delle province stesse. Ecco l’elenco completo delle nuova Province italiane:

 

 

Piemonte

Torino, Asti-Alessandria, Cuneo, Novara-Verbano-Cusio-Ossola, Biella-Vercelli

 

LiguriaGenova, Imperia-Savona, La Spezia

 

Lombardia

Milano-Monza-Brianza, Brescia, Mantova-Cremona-Lodi, Varese-Como-Lecco, Sondrio, Bergamo, Pavia

 

Veneto

Verona-Rovigo, Vicenza, Padova-Treviso, Belluno, Venezia

 

Emilia-Romagna

Piacenza-Parma; Reggio Emilia-Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna-Forlì-Cesena-Rimini

 

Toscana

Firenze-Pistoia-Prato, Arezzo, Siena-Grosseto, Massa Carrara-Lucca-Pisa-Livorno

 

Marche

Ancona, Pesaro-Urbino, Macerata-Fermo-Ascoli Piceno

 

Umbria

Perugia-Terni

 

Lazio

Roma, Viterbo-Rieti, Latina-Frosinone

 

Molise

Campobasso-Isernia

 

Abruzzo

L’Aquila-Teramo, Pescara-Chieti

 

Campania

Napoli, Caserta, Benevento-Avellino, Salerno

 

Puglia

Bari, Foggia-Andria-Barletta-Trani, Taranto-Brindisi, Lecce

 

Basilicata

Potenza-Matera

 

Calabria

Cosenza, Crotone-Catanzaro-Vibo Valentia, Reggio Calabria.





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto