Privacy, in arrivo l’app di messaggistica anti Prism

Privacy, in arrivo l’app di messaggistica anti Prism

Un fondatore di The Pirate Bay lancia Hemlis


Si chiama Heml.is la nuova app di messaggistica creata per difendere la privacy degli utenti grazie a un meccanismo di criptazione dei messaggi. Nel periodo in cui la privacy è stata messa a rischio dal più grande sistema di controllo mai visto, ecco un’alternativa.

Heml.is, che in svedese significa proprio “segreto”, è stata creata da Peter Sunde, co-fondatore del sito “The Pirate Bay“, sito di condivisione di file torrent di vari contenuti multimediali. Sunde fa esplicito riferimento alla vicenda PRISM, spiegando come l’applicazione creata non permetta a nessuno, nemmeno agli sviluppatori, di accedere alle comunicazioni degli utenti.

Il funzionamento dell’applicazione si basa su di un metodo di codifica definito “end to end“, ovvero legato ai dispositivi di partenza arrivo del messaggio per permettere la decrittazione, di modo che durante il percorso le comunicazioni non siano intercettabili e leggibili.

Non vi è ancora una data sicura di rilascio di Heml.is, ma l’attesa non dovrebbe essere troppo lunga, dato che la fase preliminare del progetto, comprensiva di raccolta fondi è terminata. In poco più di un giorno infatti il progetto ha raccolto via internet i 100.000$ fissati per il budget iniziale. Heml.is sarà disponibile almeno inizialmente per iPhone e Android. (f.a.)

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto