Paris Jackson, un “no” al concerto di Marilyn Manson la causa del tentato suicidio

Paris Jackson, un “no” al concerto di Marilyn Manson la causa del tentato suicidio

La negazione del permesso di andare al concerto della Rockstar sarebbe stata la causa scatenante del terribile gesto


La scorsa settimana la figlia 15enne di Micheal Jackson, Paris, ha tentato il suicidio assumendo tranquillanti e antidolorifici dopo che si è tagliata le vene. Subito dopo il gesto ha chiamato il 911 e sono subito giunti i soccorsi nella casa di Calabasas, a Los Angeles, dove vive la ragazza.
E’ stata ricoverata all’ospedale di Los Angeles e ora è fuori pericolo, i suoi famigliari devono decidere se farla ricoverare in una clinica di riabilitazione per aiutarla in questo momento difficile causato dalla vicinanza dell’anniversario della morte del padre che non ha mai superato.

Ultime indiscrezioni dicono che Paris abbia attuato quel terribile gesto per un’altra causa: sembra che dietro il tentato suicidio ci sarebbe stato il divieto di partecipare ad un concerto del suo idolo dark rock Marilyn Manson. Un motivo futile ma per un’adolescente al limite dell’esaurimento nervoso potrebbe essere una causa concreta.

La ragazza vive nella casa di Los Angeles con i fratelli e la nonna Katherine, la matriarca della famiglia Jackson, la quale non le ha dato il permesso di andare al concerto di Manson. Dopo l’accaduto alcune fonti hanno dichiarato di avere sentito urlare la ragazza che disperata si sarebbe chiusa in camera sua dove avrebbe scritto un messaggio di addio prima di tentare il suicidio.
Paris sta vivendo un periodo molto difficile a causa della mancata elaborazione del lutto del padre morto quattro anni fa; è diventata fragile e con una situazione psicologica difficile da affrontare.

La situazione di Paris è stata confermata dalla madre, Debbie Row, che si è avvicinata alla figlia solo di recente dichiarando: “Ha molte cose che la turbano negli ultimi tempi“; questa pressione psicologica è stata causata dal processo mediatico a cui sono stati sottoposti anche i suoi fratelli che sono stati sottoposti al test del dna perché pare che non sarebbero figli biologici di Michael Jackson.

La ragazza si sta lentamente riprendendo dal punto di vista fisico; la nonna Katherine ha dichiarato: “Fisicamente sta bene, e sta ricevendo le opportune cure mediche. Essere un’adolescente è difficile, indipendentemente da chi tu sia. È particolarmente difficile quando hai perso la persona a te più cara. Vi chiediamo rispetto per la sua privacy e quella della nostra famiglia”.
Marilyn Manson che avrebbe già causato in passato gesti folli ad altri ragazzi, sembra si sia sentito in colpa per l’accaduto e durante il suo ultimo concerto ha deciso di dedicare “Disposable Teens” a Paris; brano non propriamente adatto alla situazione e che ha destato disappunto. (s.z.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto