Paola Barale svela perchè dice “no” ai reality

Paola Barale svela perchè dice “no” ai reality

Torna a far parlare di sè Paola Barale con l’ultima intervista al Corriere della Sera. Racconta delle scelte fatte che non sono affatto un rimpianto: dal non avere figli a lasciare la tv quando stava cambiando in peggio. Oggi è certa di sè e valuta con serità le prossime partecipazioni tv. Chissà se qualcuno riuscirà a convincerla.


Paola Barale torna a raccontarsi. L’ultima volta l’abbiamo vista difendersi fieramente nella tagliente intervista a Belve di Francesca Fagnani. L’immagine di una donna tosta e certa del suo pensiero, si è riproposta con l’ultima intervista al Corriere della Sera, dove ricalca le tappe della sua vita. Paola non cerca consensi, racconta se stessa senza filtri. Da quando ha lasciato la tv – e specifica che non è a causa della relazione con Raz Degan che è iniziata oltre un anno dopo – si è concentrata sul teatro. Difatti, ha da poco concluso il suo ultimo spettacolo Se devi dire una bugia dilla grossa con Paola Quattrini.

Con il teatro sta andando come con la televisione: sto diventando brava. Sono soddisfazioni. Mi piace il teatro, è sempre diverso e non rischio mai di rivivere le medesime situazioni.

Paola Barale: “mi offrono grandi cifre ma la mia felicità è più importante”

Interrogata sui reality, l’opinione dell’ex showgirl è molto netta anche se ammette che c’è chi la vorrebbe disperatamente come concorrente. Infatti ha ricevuto molte offerte, anche allettanti, sia che per il Grande Fratello Vip che per Ballando con le Stelle – per quest’ultimo però ancora non è stato ufficializzato il cast per l’edizione 2022/2023.

Me lo chiedono di continuo, mi offrono grandi cifre. Non sarò mai ricca. Certo mi piace la bella vita. Ed è importante essere tranquilli quando, per esempio, si sta male e ci si deve curare. Ma so gestire il denaro e la mia felicità è più importante. I reality non hanno dei bei contenuti.

Ma non è un giudizio su tutti i reality, solo alcuni. Ricordiamo che nel 2015 ha partecipato assieme al ballerino e coreografo Luca Tommassini a Pechino Express, arrivando quinta su dieci coppie. Quindi la sua non è snoberia bensì la volontà di scegliere con oculatezza come rilanciare la sua immagine. A 55 anni è decisamente un diritto inalienabile.