Nudisti in piazza a Ravenna. “Basta multe dei forestali”

Nudisti in piazza a Ravenna. “Basta multe dei forestali”

Naturisti in rivolta. Presidi annunciati a Ravenna dove i nudisti faranno – nudi ovviamente – una catena umana. I forestali continuano a cimminare multe a chi si veste della sua sola pelle


Forestali contro nudisti? Pare di sì. Almeno è questo il motivo del presidio di protesta dell’Aner (associazione dei naturisti Emilia Romagna). La protesta è stata annunciata per sabato 16 giugno dalle 10 alle 13 in piazza del Popolo di Ravenna, sotto il Municipio e Prefettura.

Protesta che sarà replicata il giorno seguente alla Bassona, area a sud della frazione di Lido di Dante.

Spiega il presidente Aner, avvocato penalista bolognese Jean Pascal Marcacci che sulla spiaggia verrà realizzata una catena umana di naturisti, naturalmente nudi. “Ci terremo per mano per rivendicare la libera fruibilità della nostra storica spiaggia naturista”. All’iniziativa, promossa dalla Feinat, la federazione naturista italiana, sono state invitate tutte le associazioni naturiste italiane“, dice il presidente all’Ansa.

Le proteste fanno seguito alle diverse denunce per ”atti contrari alla pubblica decenza” che da quest’anno alla Bassona sono partite nei confronti di bagnanti senza costume. Infatti dalla fine marzo, dopo cinque anni di naturismo consentito, il Comune non ha più  rinnovato l’ordinanza comunale che consentiva la pratica del nudismo su quel tratto di spiaggia che, con il precedente sindaco Vidmer Mercatali, oggi senatore, era diventata l’area naturista più grande d’Italia.

Nei giorni scorsi sulla questione, dopo la sollecitazione dell’Aner, e’ intervenuto anche il difensore civico della Regione con una lettera indirizzata ai vertici della Forestale.

 





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto