New York Times: Francesco Totti è un vero campione!

New York Times: Francesco Totti è un vero campione!

Rob Hughes elogia il capitano della Roma, come esempio di calciatore modello. Dagli States un bel pezzo di giornalismo.


Francesco Totti lo amano un po’ tutto e alla fine probabilmente anche i laziali, o almeno quelli che hanno il coraggio di ammetterlo. Il Capitano è uno di noi, un ragazzo semplice che spesso si è prestato alla presa in giro di se stesso per aiutare gli altri, non ha mai mostrato alcun segno di fastidio quando in svariate occasioni è stato fatto notare che probabilmente la sua cultura non è alta e che il suo italiano ha delle pecche non indifferenti, della mancanze tangibili.

Oltre al lato umano, quello sportivo è un altro argomento fondamentale quando si vuole parlare del Pupone, dello storico capitano della Roma. Francesco Totti è un campione e non serve un genio per capirlo, eppure dagli Stati Uniti arriva un articolo del New York Times firmato da Rob Hughes che elogia il Capitano, attraverso un’analisi dettagliata della sua florida attività sportiva:

“Quando morirà sarà celebrato come un idolo di Roma, città dove è acclamato più qualsiasi politico o rock star”.

Affermazione forte, ma di un peso incredibile, perché se oltreoceano vedono questo, forse ci sono cose a cui noi italiani non pensiamo e su cui potremmo anche fermarci a rifletterci.

 

https://www.youtube.com/watch?v=7RaQGrYnwUM

 

“Totti oggi ha 36 anni, ma l’età non può fermare il desiderio di giocare per la sua squadra né, forse, per la Nazionale. Il suo ruolo è quello che gli italiani definiscono ‘fantasista’, un creatore in campo. Certo, polmoni e gambe sono diventati più lenti nel corso degli anni, ma il mese scorso, dopo aver festeggiato i 20 anni di carriera in Serie A, Cesare Prandelli si è rifiutato di escluderlo dalla rosa degli Azzurri. E questo è straordinario, considerando il fatto che sono passati sette anni da quando Totti ha vinto la Coppa del Mondo insieme al resto della sua squadra. All’epoca era appena rientrato da un infortunio, eppure è stato capace di momenti di pura invenzione inarrivabili ai comuni atleti. Ecco perché la Roma si aggrappa a lui, e lui si aggrappa alla Roma”.

227 gol in 530 partite in Serie A. Ecco in numeri la carriera di Totti, secondo solo a Silvio Piola con i suoi 290 gol in 556 partite. Eppure, nonostante queste cifre da capogiro e l’elogio di Hughes, lo stesso giornalismo paventa uno stop alla carriera:

“Ma l’età avanza e giocatori e tecnici possono ignorarlo solo se si hanno grandi doti innate e la capacità di enfatizzare la propria intelligenza in campo al posto dell’atletismo. Devono saper sfruttare le conoscenze acquisite in anni di esperienza per aiutare i compagni e far raggiungere alla squadra il suo massimo potenziale. Totti però ha chiesto esplicitamente un altro contratto e ha aggiunto: ‘C’è solo un giocatore che fa cose che io non potrei mai fare. È Messi. I numeri parlano da soli'”.

 

(b.p.)





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto