Made Expo 2013 Milano, soluzioni salvaspazio per le nuove “ridotte” abitazioni

Made Expo 2013 Milano, soluzioni salvaspazio per le nuove “ridotte” abitazioni

La fiera improntata sulle nuove tecnologie e strutture ecosostenibili


MADE expo 2013 ha lo scopo di trattare temi cruciali come la riqualificazione urbana, la tutela e la manutenzione del territorio e delle infrastrutture, la prevenzione antisismica e il risparmio energetico, tutti elementi fondamentali per il rilancio del Italiano.

La fiera si rinnova ogni anno ed è un’evento internazionale in cui si trovano design, geometri architetti ingegneri e giornalisti, ed è il punto d’incontro di aziende e privati. Gli stand della fiera variano dai progettisti alle imprese di costruzione passando per i serramentisti e tutti i rivenditori ed operatori del settore.

Il progetto del Made Expo di quest’anno comprende tre linee di azioni fondamentali: biennalità, specializzazione e internazionalità.

Gli stand per essere più accessibili al pubblico sono suddivisi in vari settori e padiglioni. Già da due anni il pubblico del Made è accompagnato tramite una rete di aree tematiche organizzate in momenti espositivi convegni e confronti diretti con i costruttori ed ideatori di nuove tecnologie.

La stagione espositiva 2013 di MADE expo ha previsto una Federazione di Saloni articolata in 6 Saloni verticali: Costruzioni e cantiere, involucro e serramenti, finiture ed interni, città e paesaggio, software e hardware ed in ultimo energia ed impianti.

Interni e finiture, suddiviso in due padiglioni, quest’anno ha deciso di far fronte a una maggiore richiesta di qualità degli spazi abitativi, l’attenzione è stata posta sulle caratteristiche dei materiali e sul loro utilizzo. La novità assoluta di quest’anno e “MADE 4 CERAMICS“, un intero padiglione messo a disposizione dei visitatori per scoprire tutte le qualità e gli usi del prodotto ceramico.
Nelle novità di quest’anno troviamo anche la Instant House, il corso dedicato agli studenti del politecnico di Milano, tutti studenti e neolaureati in Architettura ingegneria e Industrial Design, che realizzeranno progetti che proporranno nuove modalità di abitazioni.

Materiali performanti esostenibili sono trattati all’interno di Material Connexion e pongono l’attenzione sulle qualità dei materiali destinati alle superfici e al design, dalle nuove tappezzerie per pareti in tessuti similari al velcro, al marmo utilizzato per pareti. Quest’anno è stata sviluppata la tematica del “vecchio” unito al “nuovo”, materiali come ferro, acciaio, vetro uniti a legno ceramica e marmo.

Riguardo al legno il settore Componiamo il Design, propone una nuova iniziativa, pannelli di semicompensato utilizzati come arredamento in modo da contribuire anche alla riduzione delle emissioni di CO2 grazie alle proprietà ecosostenibili del materiale.

Ultimo ma non meno importante, il Salone interni e finiture, punto di incontro dedicato alle aziende e ai professionisti del settore. Il padiglione offre le migliori soluzioni per scale, rivestimenti, io miglioramento degli spazi interni e tutti gli arredamenti che rispondono perfettamente alle nuove esigenze.

Le novità apportate quest’anno trasformano i padiglioni espositivi in strutture moderne e compatibili con abitazioni “standard” ossia, con spazi molto ridotti e zone abitative da sfruttare al meglio presentando soluzioni innovative in grado di risolvere tante delle principali problematiche per le piccole abitazioni dal letto salvaspazio che si ritira interamente nel soffitto alla parete rivestita di velcro a cui si può abbinare a piacimento la tappezzeria da coordinare e modificare a piacimento.(s.s)

LETTI A SCOMPARSA, NO AI PROBLEMI DI SPAZIO BED UP DOWN

MADEexpo 2013 – bilancio positivo per la sesta edizione





COMMENTI

Lascia una risposta


Vedi tutto